Livorno

La Settimana - Settimanale della Diocesi di Livorno
Redazione: Via del Seminario, 61 - 57122 Livorno
Tel. e Fax. 0586/21021 - lasettimana.livorno@tiscali.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

Il centro polifunzionale di via Donnini è una realtà: il progetto che a giorni si appresta ad aprire il cantiere è stato presentato ufficialmente dalla Fondazione Caritas e dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, impegnate nella ristrutturazione del complesso con la collaborazione dei Lions

Progetto Culturale. Presentati i primi due testi della collana Stenone.
La testimonianza autorevole di due scienziati credenti.

Un testimone verace del Vaticano II racconta il significato di questo evento e di ciò che ne è seguito: «non basta "saper mangiare" l’ostia per dire di aver fatto la comunione, ma bisogna mangiarla insieme»

Giovani che hanno uno scopo: il tentativo di portare nel mondo laico e civile, fuori dalle mura monastiche, la Regola benedettina dell’«Ora et Labora»

Giovedì 6 Dicembre al Museo di Storia Naturale (via Roma) due momenti per andare oltre i confini terrestri:appuntamento con gli scienziati per capire le nuove scoperte e riflettere sulla vita nell’universo. Il professor Piero Benvenuti, astrofisico, docente all’Università di Padova e l’ingegner Valfredo Zolesi, ricercatore aerospaziale, fondatore della Kayser Italia, incontrano gli studenti degli Istituto superiori al mattino (ore 10.30) e nel pomeriggio (ore 17.30, insieme a monsignor Giusti, aprono il dialogo tra scienza e fede.

Il 60° prefetto di Livorno dall’Unità d’Italia è per la prima volta nella storia una donna: Tiziana Giovanna Costantino, a pochi mesi dal suo arrivo l’abbiamo intervistata per conoscere la sua vita, il suo impegno, la sua visione della città.

Dopo 262 anni Livorno torna ad avere una sua moschea. La sala, costruita e voluta con i soli propri mezzi dalla comunità musulmana di Livorno, potrà ospitare fino a 350 fedeli.

L'omelia di monsignor Coletti per la festa della Natività di Maria a Montenero. "Quest'anno non possiamo distogliere la nostra attenzione su quanto ha provocato, in noi e in tutto il mondo, un'ondata di orrore e di grande sofferenza"

Chi è andato dal 29 agosto al 7 settembre in Terra Santa, infatti, non è stato un gruppo di «turisti per caso» o di giornalisti curiosi e neppure un insieme di accademici attenti ad una lettura puramente critica della propria esperienza. Il 29 Agosto scorso è stata una Chiesa locale con il suo vescovo ad andare nei luoghi della terra del Signore.

Perché piangi, mamma? Non è mica un parente!: diceva la mia nipotina a mia figlia, che aveva appena appreso la notizia della morte di Vincenzo. Allora prese a raccontargli come a otto anni (aveva proprio l'età di sua figlia) l'aveva conosciuto e per otto anni era stato per lei un altro padre, un educatore, il compagno di giochi, un amico la cui perdita, proprio come quella di un familiare, ti fa star male.
di Enrico Sassano

Monsignor Ablondi non si tira indietro dinanzi alla proposta di offrirmi un ricordo della storia del rapporto personale avuto con monsignor Savio. Lo fa con grande sforzo, ma nella piena convinzione che quanto dice può essere utile a ricostruire un pezzo importante della vita e della figura di don Vincenzo.
DI NICOLA SANGIACOMO