Lucca
stampa

Lucca, Carta d'Epoca celebra il bibliotecario e arcivescovo lucchese Pietro Pera

Un archivio di 10mila documenti inediti permetterà dopo più di 170 anni l'individuazione dei volumi e la ricostruzione ideale della perduta Biblioteca del Palazzo Ducale di Lucca trasferita a Parma nel 1847.

Lucca, Carta d'Epoca celebra il bibliotecario e arcivescovo lucchese Pietro Pera

Torna sabato 16 e domenica 17 ottobre Carta d'Epoca - la mostra mercato del libro e della stampa antichi che celebrerà quest'anno con un convegno di studio uno dei più importanti intellettuali lucchesi del XIX secolo: l'arcivescovo Pietro Pera che dal 1824 fino alla morte fu bibliotecario palatino del duca di Lucca Carlo Lodovico di Borbone.

La mostra mercato e il convegno sono stati presentati questa mattina nella Biblioteca Civica Agorà dal sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, dall'arcivescovo di Lucca Paolo Giulietti, dal presidente della Camera di Commercio di Lucca Giorgio Bartoli, da Maurizio Pera della Società Bibliografica Toscana e da Mariella Morotti curatrice del Mercato Antiquario di Lucca e di Carta d'Epoca.

Pietro Pera nel giro di appena venti anni costituì nel Palazzo ducale una delle più ragguardevoli biblioteche europee del periodo, di oltre 40mila volumi antichi, incunaboli e manoscritti medievali. Nel 1845 fu nominato arcivescovo di Lucca carica che tenne per pochi mesi fino alla prematura morte avvenuta nel 1846. Pera non vide la reversione del Ducato di Lucca al Granducato di Toscana nel 1847 ma soprattutto non ebbe modo di assistere al doloroso trasferimento a Parma di tutto quel patrimonio librario che seguì il duca Carlo Lodovico sul suo nuovo ed effimero trono. La biblioteca è conservata oggi nel Complesso della Pilotta e nel 1934 solo 190 manoscritti di conclamata attinenza lucchese fecero ritorno nella Biblioteca Statale di Lucca; fra di loro il sontuoso Messale miniato Trenta.

 

Il convegno che si svolgerà nella giornata di sabato 16 ottobre nella chiesa dei Servi a partire dalle ore 10, nasce proprio dalle “carte ritrovate” dell'archivio privato del bibliotecario, conservate dai discendenti della famiglia che le hanno oggi riunite e messe a disposizione degli studiosi. L'archivio dell'arcivescovo-bibliotecario conta circa 10mila carte manoscritte inedite che ripercorrono la storia della Biblioteca palatina lucchese e gli intensi contatti epistolari fra intellettuali e personalità italiane e straniere del periodo. Questo patrimonio documentario di rilevanza eccezionale è stato depositato presso l'Archivio Storico Diocesano dove sarà al centro di un percorso pluriennale di riordino, inventariazione, catalogazione, riproduzione digitale per la creazione degli strumenti di ricerca analogici e digitali per la consultazione da parte degli studiosi. Il convegno promosso dalla Società Bibliografica Toscana con il patrocinio della Regione Toscana è sostenuto dal Comune di Lucca e dall'Archivio Storico Diocesano sotto la supervisione scientifica dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Inoltre il Centro di Ricerca Europeo Libro Editoria Biblioteca dell’Università Cattolica di Milano diretto dal prof. Edoardo Barbieri, ha dato vita a un progetto di ricerca dal titolo “ORIGO: Alle origini delle Biblioteca Palatina di Parma” che attraverso questi documenti inediti ricostruirà la storia del fondo Palatino (di Lucca), trasferito a Parma.

Il convegno è diviso in due sessioni: alle ore 10 “Lucca e la Toscana tra fine Sette e inizi Ottocento: libri e biblioteche”; alle ore 15.30 “Pietro Pera bibliotecario palatino e arcivescovo di Lucca: ritratto a quattro voci” e sarà presieduto da Luca Rivali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e da Don Marcello Brunini dell'Archivio Storico Diocesano di Lucca con la partecipazione di Renzo Sabbatini (Università degli Studi di Siena), Piero Scapecchi (già Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze), Davide Martini (Università Cattolica del Sacro Cuore), Edoardo Barbieri (direttore de «La Bibliofilia»), Lucia Romiti, Marco Paoli (direttore di «Rara Volumina», Marius Rusu (Rutgers University – New Jersey), Tommaso Maria Rossi (Archivio Storico Diocesano di Lucca). Il convegno verrà trasmesso in diretta sul canale YouTube “Ilcanaledeilibri”.

A latere del Convegno verranno allestite due esposizioni documentarie sulla figura di Pietro Pera, Presso la Chiesa dei Servi, Piazza dei Servi, la mostra sarà visitabile venerdì 15 ottobre (h.15,30 – 18,30) e sabato 16 ottobre (h. 10,00 – 18,30). La seconda Mostra verrà allestita presso la Libreria antiquaria Pera in Corte del Biancone 5, e sarà aperta al pubblico da venerdì 15 ottobre a sabato 17 ottobre con orario continuato 10,00 – 19,00.

Fonte: Comunicato stampa
Lucca, Carta d'Epoca celebra il bibliotecario e arcivescovo lucchese Pietro Pera
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento