Massa Carrara
stampa

dal N° 32 del 12 settembre 2004

SCUOLE CATTOLICHE: AL PASSO CON I TEMPI

Il mondo della scuola sta vivendo, in questo tempo, un momento di profonde trasformazioni e quindi anche di instabilità a livello legislativo ma soprattutto a livello sociale e formativo.


DI LAURA MALTESE

SCUOLE CATTOLICHE: AL PASSO CON I TEMPI

DI LAURA MALTESE
Il mondo della scuola sta vivendo, in questo tempo, un momento di profonde trasformazioni e quindi anche di instabilità a livello legislativo ma soprattutto a livello sociale e formativo.


La cosiddetta «riforma Moratti», mettendo al centro delle programmazioni didattiche il valore della persona, e quindi dell'alunno, ha dato un spinta decisiva scuola italiana. Tuttavia occorreranno alcuni anni di «rodaggio» prima la riforma produca i frutti di cui è depositaria.
COINVOLTE NELLA RIFORMA
La scuola «paritaria», la scuola cattolica per intenderci, è pienamente coinvolta nell'avvio della riforma e se è vero che a livello teorico, di linee di principio, è pressoché impossibile non concordare con quanto indicato dal ministro, in maniera altrettanto veritiera occorre affermare che l'applicazione pratica di tale decreto rimane ancora un po' nebulosa.


Piani di studio personalizzati, cambiamenti orari, docente tutor, portfolio, coinvolgimento delle famiglie… realtà interessanti e anche stimolanti ma che pare tengano poco conto della realtà della scuola, delle obiettive difficoltà legate a problemi gestionali, organizzativi, finanziari e soprattutto di crescita dell'informazione e della formazione di genitori e operatori del settore.
Nonostante ciò le nostre scuole, già dallo scorso anno, hanno iniziato un percorso di avvicinamento alla riforma e nell'anno scolastico che inizierà in questa settimana si è deciso di mettere in atto alcune delle cosiddette innovazioni della legge, partendo dai punti fermi della gradualità, della collegialità, del dialogo e della collaborazione.
SEMINARI E APPROFONDIMENTI
La partecipazione a corsi e seminari sia a livello locale che regionale, la costituzione a livello provinciale della «Federazione istituti attività educative» (Fidae), un oganismo ecclesiale nazionale che si interessa delle scuole cattoliche a partire da quella primaria, la coordinazione sempre a livello locale della Consulta per la scuola cattolica, ha permesso, e sicuramente permetterà nel tempo, di rendere le istituzioni cattoliche una presenza significativa impegnata sia a livello formativo globale che istruttivo nel territorio locale, nella Diocesi e nella società civile in genere.

FORMAZIONE GLOBALE
La scuola cattolica vuole in ogni caso sottolineare con forza il proprio essere soggetto sociale, capace di realizzare una «scuola partecipata», che pone al centro del proprio agire educativo la formazione globale della persona, nello spazio di una nuova relazionalità fortemente radicata nei valori civili e aperta all'incontro con Dio.

SCUOLE CATTOLICHE: AL PASSO CON I TEMPI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento