Pisa

Vita Nova - Settimanale della Diocesi di Pisa
Redazione: Piazza Arcivescovado, 18 - 56126 Pisa
Tel. : 050 565543 - fax: 050 565544 - toscanaoggi@pisa.chiesacattolica.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

Opera in bronzo, realizzata con il tradizionale e antico sistema «a cera persa» dell'artista Alessandro Caetani, è stata inaugurata nei giorni scorsi dall'arcivescovo Giovanni Paolo Benotto e dal sindaco Marco Filippeschi

La nostra cronista sul battello comunale dove era stata sistemata l'urna del santo. Dai Canottieri allo Scalo dei Renaioli, la suggestiva processione fluviale del corpo del patrono, nel silenzio infranto dal suono delle campane e dagli applausi dei pisani

I festeggiamenti in onore di San Ranieri per gli 850 anni dalla sua morte si concluderanno sabato 18 giugno con la processione fluviale del corpo del patrono.
Si erano aperti il 17 giugno del 2010 con una celebrazione eucaristica presieduta nel Duomo di Pisa da monsignor Angelo Amato, cardinale, prefetto della Congregazione per le cause dei santi.

All'Associazione volontari ospedalieri il premio «Santa Bona» per l'impegno a favore di chi ha più bisogno. Lo ha consegnato lo scorso lunedì nella sala delle Ninfe del palazzo dei Fiumi e Fossi l'arcivescovo di Pisa  nelle mani del vicepresidente nazionale dell'Avo, Lorenzo Calucci.
«Il dono è l'elemento completo per lo sviluppo sociale» ha ricordato monsignor Benotto. Il ringraziamento all'Avo e alla Compagnia di Santa Bona arriva anche dal sindaco, dal presidente della provincia  e dal nuovo direttore sanitario dell'Azienda ospedaliera

Più di duecento pellegrini pisani a Roma insieme all'Arcivescovo hanno pregato di fronte alla tomba del beato Giovanni Paolo II. Molto sentita la celebrazione eucaristica all'altare della cattedra in San Pietro. Pomeriggio ai Musei vaticani e alla Cappella Sistina. Il racconto del pellegrinaggio.

Domenica scorsa il busto reliquiario del santo patrono è stato riportato in Cattedrale dai sacerdoti e dai fedeli del vicariato di Pisa nord-ovest
È tornato in Duomo il busto reliquiario di San Ranieri, ospite, nei giorni scorsi, delle comunità del centro cittadino.

Nella diocesi di Pisa il diaconato permanente è stato conferito per la prima volta nel 1990. Da allora hanno seguito questa strada ventinove persone, mediamente poco meno di tre ogni due anni.

Così i pisani hanno seguito la cerimonia di beatificazione del papa polacco

giovani. Tutti seduti di fronte a due maxischermi, su cui sono stati proiettati video e immagini. Alcuni volontari del Servizio missionario giovani (Sermig) di Torino hanno portato la loro testimonianza. Sono intervenuti l'arcivescovo Giovanni Paolo Benotto, il sindaco Marco Filippeschi e l'assessore provinciale Nicola Landucci.

La Chiesa pisana si prepara a celebrare la 48ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni.  Il 13 maggio alle 21 nella chiesa del Sacro Cuore l'Arcivescovo presiederà una veglia ed ammetterà un seminarista al cammino verso il sacerdozio

Sabato scorso in Seminario trecento collaboratori pastorali a convegno. Il teologo don Severino Dianich: «Le indefinite differenze che esistono nella comunità cristiana possono essere al tempo stesso ricchezza e povertà»

Centoquaranta km separano l'Italia dalla Tunisia. Eppure lo stile di vita dei due Paesi è così diverso.

L 'emergenza rappresentata dal flusso ininterrotto di profughi che approdano a Lampedusa chiede non soltanto che vengano attivate risposte tecniche adeguate da parte delle Autorità italiane ed europee, ma soprattutto che non ci si lasci prendere da una specie di paura irrazionale che facilmente degenera in chiusura nei confronti di chiunque, che solo con il suo esserci, in qualche modo rappresenta una potenziale messa in discussione degli assetti esistenti.