Pisa

Vita Nova - Settimanale della Diocesi di Pisa
Redazione: Piazza Arcivescovado, 18 - 56126 Pisa
Tel. : 050 565543 - fax: 050 565544 - toscanaoggi@pisa.chiesacattolica.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

Si apre giovedì in Sapienza l'ottava edizione del seminario promosso dalla fondazione intitolata all'economista e sociologo cattolico
 Il ruolo dei cattolici nella formazione della coscienza civile nel nostro Paese: ecco il tema scelto dalla Fondazione «Giuseppe Toniolo» per l'ottava Tre giorni, che si apre a Pisa il 18 novembre e prosegue a San Miniato nei due giorni successivi.

 Celebrazioni eucaristiche e veglie di preghiera, liturgie penitenziali e catechesi, conferenze sul santo - e sulla santità a cui tutti dovremmo tendere - e rappresentazioni teatrali: laddove fa sosta la reliquia di San Ranieri, lì si raduna una comunità. È accaduto nel Piano di Pisa, dove il busto reliquiario è stato in queste settimane.

Una giornata vissuta tra i banchi della Scuola di formazione teologico pastorale. Insieme a giovanissimi  che intendono impegnarsi nel catechismo, religiose straniere e uomini e donne che, superata la soglia dei cinquant'anni, hanno scoperto che non è mai troppo tardi per approfondire le ragioni della propria fede .Accolta con favore la novità del percorso pastorale

Lo rivela uno studio della Caritas. Federico Russo, responsabile dell'Osservatorio delle povertà  e delle risorse della Caritas diocesana:  «Oltre 30mila immigrati nella nostra provincia»

«Una grande esperienza di Chiesa». Non potrebbe trovare migliori parole Matteo Baldassari, responsabile diocesano dell'Acr, per definire l'incontro di quasi centomila ragazzi dell'Azione cattolica con papa Benedetto XVI.

Sono aperte le iscrizioni alla Gmg 2011. Venerdì scorso la celebrazione eucaristica di inizio anno pastorale giovanile e scolastico

Le notizie contenute nella «Vita» scritta dal canonico Cesare Benincasa  sono una fonte molto interessante per capire Pisa in quel periodo storico, le sue istituzioni, i suoi traffici marittimi. Ma anche per far luce su un nuovo movimento spirituale che si fece strada  nella Chiesa anche grazie alla testimonianza del nostro patrono

Quattro giorni, dal 14 al 17 ottobre, per discutere le linee guida e i problemi  dell'impegno sociale dei cattolici in Italia. Ecco il racconto dei delegati della diocesi alla Settimana sociale di Reggio Calabria. Tante le prospettive  e i progetti in cantiere

Un anno di conferenze, incontri, dibattiti.  A partire dalle prossime settimane ricominciano le attività
del servizio «Cultura e università» che la diocesi porta avanti attraverso la Pastorale universitaria.
Tanti gli appuntamenti in calendario. Con un tema di fondo: il «cambiare vita»

Sabato 22 ottobre celebrazione di inizio dell'anno pastorale per giovani e studenti. Intanto sono aperte le iscrizioni per la prossima Giornata mondiale della gioventù, che si terrà a Madrid nell'agosto del 2011

I fedeli del vicariato del Lungomonte/Pontedera hanno riconsegnato - domenica scorsa in Cattedrale - il busto reliquiario di San Ranieri, che passa ora alle Colline pisane

L'arcivescovo Giovanni Paolo Benotto e numerosi docenti universitari per parlare di questo santo «figlio»
di una città - la nostra - a forte vocazione marinara nel XII secolo

Le reliquie del santo patrono ‘consegnate' al vicariato di Lungomonte Pontedera

All'aeroporto di Pisa arrivano alla spicciolata: sono un centinaio e si apprestano a vivere otto giorni indimenticabili tra spiritualità e cultura. I partecipanti al pellegrinaggio diocesano Fatima-Santiago de Compostela (dal 16 al 23 agosto), presieduto dall'arcivescovo Giovanni Paolo Benotto, sono esattamente 104. Il gruppo più numeroso è di Bientina (ben 55), gli altri provengono da Pisa e provincia, alcuni versiliesi e una coppia di Firenze. Cinque i sacerdoti: il pastore della chiesa pisana è affiancato da mons. Danilo D'Angiolo (direttore dell'Ufficio Diocesano Pellegrinaggi e parroco del S.S. Sacramento a Pietrasanta), don Marco Formica (segretario dell'arcivescovo), don Ettore Baroni (parroco di Bientina) e don Piero Nannipieri (curato di Pettori-Navacchio).

Fa discutere «Zeitgeist», spirito del tempo, rassegna di opere dell'artista siciliano Giuseppe Veneziano, in programma dal 17 luglio al 22 agosto a Palazzo Panichi, a due passi dal Duomo. Fa discutere, soprattutto l'immagine scelta negli inviti e nelle locandine per richiamare i visitatori al vernissage: la Madonna del terzo Reich.

Con la celebrazione del 17 giugno si è aperto l'anno giubilare per gli 850 anni dalla morte di San Ranieri, un laico - rimasto tale per tutta la vita - che ha testimoniato l'amore per Cristo e per la città di Pisa. Come ha ricordato nell'omelia monsignor Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le cause dei santi: «l'attenzione verso i concittadini, gli oltre cento miracoli, l'essere un uomo di pace hanno dato a Ranieri la fama di santo già quando era in vita»

Nell'urna che accoglie le spoglie di San Ranieri in Duomo c'è un tubo d'acciaio. E' stato collocato dieci anni fa, esattamente il 7 giugno del 2000 in occasione della ricomposizione della salma del patrono di Pisa. Contiene il verbale della ricognizione dei suoi resti, avvenuta due mesi prima, l'8 marzo di quell'anno, firmato dal professor Francesco Mallegni. Se allo scienziato si chiede oggi che cosa l'analisi delle ossa ha rivelato di quell'uomo del XII secolo, lui risponde: “Una santità sofferta, come deve essere, perché la santità è da sempre puro eroismo”.