Prato
stampa

Lorenzo consegna al Papa il libro di catechismo scritto con la Comunicazione aumentativa alternativa per bimbi disabili

Delegazione pratese al convegno su catechismo e disabilità organizzato a Roma dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Il gruppo, guidato da don Carlo Geraci, ha consegnato a papa Francesco un testo sperimentale per insegnare catechismo a bambini con difficoltà cognitive attraverso la Comunicazione Aumentativa Alternativa

Lorenzo consegna al Papa il libro di catechismo per bimbi disabili

Era presente anche Prato al convegno su catechismo e disabilità organizzato a Roma dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, che si è tenuto dal 20 al 22 ottobre. L’invito è giunto a un gruppo di catechiste e genitori pratesi, che da tempo stanno cercando di dare vita a sussidi scritti con immagini simboliche secondo le regole della Caa, ossia Comunicazione Aumentativa Alternativa (Caa).

La Caa è un settore della pratica clinica che ha come obiettivo la compensazione di una disabilità temporanea o permanente del linguaggio attraverso l’utilizzo di un sistema simbolico: il più diffuso a livello internazionale è l’Arasaac. Un’equipe della diocesi di Prato, che fa riferimento all’ufficio catechistico diocesano, formato da catechisti e genitori di bambini con difficoltà comunicative, sta lavorando alla creazione di tre libri per il catechismo: i testi di riferimento sono quelli della Cei, ma è necessario che vengano semplificati e poi tradotti in simboli. Molti dei bambini con difficoltà espressive hanno anche disabilità cognitive.

All’incontro di Roma, dal titolo «Catechesi e persone con disabilità: un’attenzione necessaria nella vita quotidiana della chiesa», c’erano dodici pratesi: tra loro anche Elena Ciabatti, catechista di Sant’Ippolito in Piazzanese, e Lorenzo, un ragazzo con disabilità espressive che utilizza la Caa. I suoi genitori, con lui a Roma, sono stati tra i primi a sollecitare la pubblicazione di un testo in Caa per l’iniziazione cristiana riconosciuto a livello nazionale e utilizzabile da tutte le parrocchie. Presente anche don Carlo Geraci, viceparroco della Resurrezione e responsabile dell’Ufficio catechistico diocesano.

«Un mese fa don Carlo - racconta Elena Ciabatti - disse a me e alle altre catechiste che lavorano sui testi in Caa che sarebbe stato bello partecipare al convegno internazionale su catechesi e disabilità che si sarebbe tenuto a Roma presso l’Università Urbaniana. Lo scopo era non solo quello di confrontarsi con altri catechisti, ma anche di mettere in mostra il progetto principale cui stiamo lavorando: nel nostro caso il libro per l’anno di preparazione alla Comunione. Il testo in realtà ancora non aveva preso forma. Così abbiamo dovuto sbrigarci, e in questo mese abbiamo realizzato 5 capitoli del futuro libro, tutto in simboli Arasaac». «Il momento più bello e commovente - aggiunge don Carlo Geraci - è quando Lorenzo ha consegnato direttamente nelle mani di Papa Francesco il testo. Il Santo padre, infatti, ha voluto incontrare personalmente tutti i partecipanti al convegno, circa 250, stringendo ad ognuno la mano».

Fonte: Tog
Lorenzo consegna al Papa il libro di catechismo per bimbi disabili
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Avatar
Maura Rosante 06/02/2018 10:23
catechesi per bambini disabili
Buongiorno,
sono la mamma di una bambina con sindrome di down che utilizza la CAA, vorrei sapere se è possibile avere il testo per la catechesi con la Comunicazione Aumentativa Alternativa.
Ci sarebbe di grande aiuto!!!

Grazie mille e i miei complimenti a queste persone per l'iniziativa intrapresa.
Mamma Maura

Totale 1 commenti

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento