Appuntamenti
stampa

Dal n. 37 del 16 ottobre 2005 (Ed. Firenze)

Badia a Settimo: musica nell'antica abbazia

In un panorama, come quello toscano, in cui le stagioni concertistiche tendono a chiudere per scarsità di fondi e - talvolta - di pubblico, va segnalata la seconda edizione della Stagione Concertistica che si tiene presso l'Abbazia di San Salvatore e San Lorenzo a Settimo, più famosa come «Badia a Settimo», nel comune di Scandicci.
DI DAVIDE COSTA

di Davide Costa
In un panorama, come quello toscano, in cui le stagioni concertistiche tendono a chiudere per scarsità di fondi e - talvolta - di pubblico, va segnalata la seconda edizione della Stagione Concertistica che si tiene presso l'Abbazia di San Salvatore e San Lorenzo a Settimo, più famosa come «Badia a Settimo», nel comune di Scandicci.

Il programma, curato dai direttori artistici Vittorio Ceccanti e Simone Gragnani, si avvale della collaborazione di molti artisti di fama indiscussa, come Natalia Gutman, Vittorio Sermonti, Bruno Canino, Antonello Cannavale, Mauro Ceccanti e Andrea Tacchi.

Quest'anno la presentazione dell'iniziativa è stata resa ancor più lieta dalla notizia della concessione alla nuova Stagione Concertistica di un'alta onorificenza della Presidenza della Repubblica: la Medaglia d'argento. Un altro motivo d'orgoglio è rappresentato dal recente termine dei lavori di restauro durati ben sette anni che hanno interessato la parte nord-orientale del celebre e imponente complesso abbaziale. Questo consente agli spettatori dei concerti di godere a pieno della splendida location e di fare una visita guidata (dietro prenotazione) all'Abbazia nelle due ore precedenti gli spettacoli pomeridiani.

Il concerto di inaugurazione, in collaborazione con la Fondazione Toscana Musica e Arte si tiene venerdì 14 ottobre con la partecipazione di Andrea Tacchi al violino, Marco Vincenzi al pianoforte e il gruppo de «I virtuosi della Badia» (orchestra da camera in residenza proprio all'Abbazia di Settimo). A dirigere il programma, che presenta opere di Mozart, Mendelssohn e Tchaikovsky, il Maestro Vittorio Ceccanti.

I concerti proseguiranno con cadenza mensile fino a giugno 2006. Il prossimo si terrà mercoledì 16 novembre e proporrà «Gilda, mia Gilda (per non dire Rigoletto)», una rielaborazione di Verdi realizzata da Michele dell'Ongaro (musica) e Vittorio Sermonti (testo e drammaturgia). Per prenotazioni e informazioni sugli altri spettacoli: www.badiadisettimo.it o 055/7310537. Il costo dei biglietti è di 7 euro, 5 per i ridotti.

Badia a Settimo: musica nell'antica abbazia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento