Appuntamenti
stampa

Cosa c'è in Toscana (21-29 gennaio 2012)

Piazza del Collezionista
La “Piazza del Collezionista” torna domenica 22 gennaio a Castiglion Fiorentino (AR). Si tratta di una mostra mercato con scambio di cose vecchie e usate e piccolo artigianato. Non solo. Saranno presenti eventi culturali e folk e degustazioni di prodotti tipici locali.

La Domenica del Tarlo
Domenica 22 gennaio in piazza Torre del Berta a Sansepolcro (AR) torna l'appuntamento mensile con la “Domenica del Tarlo”. Il mercatino del Tarlo propone una grande quantità di bancarelle di antiquariato, rigatteria, modernariato, artigianato e oggettistica varia.

CartArte
Sempre domenica 22 gennaio la piazza del Grano a Pescia (PT) ospita “CartArte, mercato settoriale di grafica antica e moderna”. Si potranno trovare libri quadri e collezionismo vario cartaceo oltre a numerose attività collaterali fra le quali Mercato antiquario.

Soffitte in Piazza
Lammari di Capannori (LU) propone domenica 22 gennaio il mercatino “Soffitte in Piazza”. Il mercatino ha come tema il recupero di materiali e il riciclo a tutela del nostro ambiente, anche tramite vendita e baratto di vecchi oggetti.

Sagra del neccio
Domenica 22 e 29 gennaio a Migliana di Cantagallo (PO) torna l'appuntamento invernale con la “Sagra del neccio”. I necci sono delle specie di “crèpes” a base di farina di castagne che vengono preparate sul fuoco del camino (o sul fornello) utilizzando i “testi” (o “cotte” a seconda della zona). Dopo la cottura vengono tradizionalmente riempiti con ricotta, Nutella o altre golosità.

Carnevale dei bambini
Arriva per tre domeniche (22 e 29 gennaio, 5 febbraio) a Vitolini di Vinci (FI) il “Carnevale dei Bambini”. Giunto alla XVII edizione, il carnevale è organizzato ancora una volta dalla Compagnia degli Ortacci. Ad aprire le sfilate di Carnevale sarà “Lorenza, la maialina con l'influenza” e “Gino i' maiale con la febbre di suino”, seguita dal Trenino Carduino e dai nuovi carri allegorici. Oltre ai carri e alla presenza dell'allegra Bandaccia, domenica 29 gennaio l'evento speciale sarà la pentolaccia in piazza, mentre resta una sorpresa il gran finale in programma domenica 5 febbraio. Inizio sfilate ore 14.30. Ingresso libero.

Mercato Contadino
A Pisa torna, sabato 28 e domenica 29 gennaio l'appuntamento mensile con il Mercato Contadino che raccoglie i piccoli produttori della campagna pisana e toscana, piccole aziende organizzate su base familiare che da anni sostengono un'agricoltura biologica, senza sfruttamento e senza uso di prodotti chimici di sintesi. Sono presenti banchi dei produttori biologici di pane, olio, formaggi, vino, miele, ortaggi, erbe aromatiche, marmellate, salumi, pasta, legumi, oltre che saponi ecologici, prodotti tessili biologici e artigianali.

Mercatino antiquario
Sabato 28 e domenica 29 gennaio si tiene il Mercatino antiquario di Bientina (PI) con oggettistica, mobili e curiosità. Il mercato ha luogo nella piazza dei Borghi e vede la presenza di numerosi espositori con mobili di antiquariato e oggettistica varia.

Mercatino del Corso
Il tradizionale Mercatino del Corso, organizzato dal Comune di Cecina (LI), torna sabato 28 e domenica 29 gennaio. Il mercatino comprende stand e banchi con oggetti tipici dell'artigianato e antiquariato oltre a collezionismo, modellismo e hobbistica e si svolge in Corso Matteotti e nell'area pedonale del centro.

Novecento
Novecento, il mercatino dell'antiquariato di Montemurlo (PO) torna sabato 28 e domenica 29 gennaio nella nuova area di mercato in Piazza della Costituzione (via G. Carducci angolo via G. Pascoli). Banchi di antiquariato, artigianato, erboristeria, apicoltura, prodotti biologici e molto altro ancora.

Mercatino di Porsenna
Sabato 28 e domenica 29 gennaio appuntamento per le vie del Centro Storico di Chiusi (SI) dove si svolge il mercatino di Porsenna. Gli espositori sono espressione delle tradizioni enogastronomiche e artigianali del territorio e promuovono un'offerta enogastronomica, hobbistica, di piccolo artigianato, collezionismo, antiquariato e modernariato.

Sfida dei fuochi
Dopo aver acceso il fuoco di Pontremoli (MS) la “Sfida dei fuochi” continuerà martedì 31 gennaio quando si accenderà il fuoco di San Geminiano sul greto del fiume Verde, in competizione con quello acceso dalla parrocchia “rivale” di San Nicolò. Attraverso il falò si può viaggiare indietro nel tempo, quando dal fuoco dipendeva la vita o la morte delle comunità. Le fascine dei fuochi a Pontremoli hanno radici antiche. Le festività del “Dio del fuoco” erano celebrate all'inizio della stagione più fredda dell'anno per invocare la sua presenza vitale contro il freddo dei mesi invernali. A Pontremoli echi di contrasti medievali tra guelfi e ghibellini accendono la sfida per il falò più grande e durevole. La tradizione vuole che il falò meglio riuscito vinca la sfida e sia augurio di un'annata fertile e abbondante per la città.

A cura di Simone Spadaro

Cosa c'è in Toscana (21-29 gennaio 2012)
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento