Appuntamenti
stampa

Firenze, «Flos Colende» in Duomo

Si è aperta sabato 18 aprile, con la «Messa sopra l'Aria del Granduca», la tredicesima edizione di O flos colende. Tredici anni di musica sacra nella cattedrale di Santa Maria del Fiore, a Firenze: «Quando abbiamo cominciato - sottolinea la presidente dell'Opera di Santa Maria del Fiore, Anna Mitrano - non potevamo prevedere che questa rassegna trovasse un così grande apprezzamento da parte del pubblico e della critica.

Parole chiave: classica (83)

Si è aperta sabato 18 aprile, con la «Messa sopra l'Aria del Granduca», la tredicesima edizione di O flos colende. Tredici anni di musica sacra nella cattedrale di Santa Maria del Fiore, a Firenze: «Quando abbiamo cominciato - sottolinea la presidente dell'Opera di Santa Maria del Fiore, Anna Mitrano - non potevamo prevedere che questa rassegna trovasse un così grande apprezzamento da parte del pubblico e della critica. L'iniziativa è servita a far meglio conoscere ed apprezzare il Duomo come “casa comune” di tutti i fiorentini». Proprio l'impegno dell'Opera, dai suoi responsabili fino al Corpo di Guardia, ha permesso fra l'altro di mantenere sempre gratuito l'ingresso ai concerti.

Nata per far conoscere le composizioni musicali conservate negli archivi della Cattedrale, la rassegna si è via via aperta alla musica sacra internazionale sempre mantenendo però il suo carattere di ricerca, grazie alla passione e alla perizia del suo direttore artistico Gabriele Giacomelli. Un esempio è dato proprio dal concerto che, sabato 18 aprile, ha aperto l'edizione di quest'anno. Nell'occasione del quarto centenario della morte del Granduca Ferdinando I de' Medici, Giacomelli ha recuperato una serie di brani musicali ispirati all'Aria del Granduca, un componimento nel 1589 per le nozze di Ferdinando con Cristina di Lorena. Questo brano divenne celebre in tutta Europa, e fu utilizzato come base armonica per dare vita a variazioni e strumentalizzazioni di vario genere alcune delle quali ad uso liturgico o addirittura con l'inserimento, sulla musica, di testi a carattere sacro. Ad eseguire il concerto, l'ensemble Odhecaton e il Concerto Palatino.

Le sorprese di questa edizione di O flos colende proseguiranno giovedì 21 maggio (ore 21,15) con il concerto di Olivier Latry, organista della cattedrale di Notre-Dame e professore al Conservatorio di Parigi: le sue dita faranno risuonare il grande organo Mascioni del Duomo. Lunedì 22 giugno, invece, sarà il Battistero ad ospitare i «Vespri di San Giovanni Battista» eseguiti dall'insieme vocale e strumentale «L'Homme Armé». Da Claudio Monteverdi a Marco da Gagliano, un omaggio a una serie di autori il cui nome è legato al Duomo di Firenze e che hanno trovato nella liturgia del vespro un'occasione importante per comporre musica sacra particolarmente espressiva.

Mercoledì 8 settembre (festa della Natività di Maria e anniversario della fondazione dell'Opera di Santa Maria del Fiore) un'altra serata tutta particolare: saranno inaugurati l'organo «a baule» e il singolare organo doppio (due tastiere che possono essere separate) costruiti per l'Opera del Duomo dall'organaro Nicola Puccini di Pisa. Un concerto quindi che vedrà impegnati tre organisti: l'organista titolare della Cattedrale Alfonso Fedi, l'organista e compositore Antonio Galanti e lo stesso direttore artistico della rassegna, Gabriele Giacomelli.

Mercoledì 30 settembre, infine, la novità più clamorosa: il concerto dei Tallis Scholars, i più prestigiosi interpreti di musica sacra del Rinascimento a livello mondiale, sarà preceduto da un «master class» di polifonia rinascimentale che lo stesso direttore dei Tallis Scholars, Peter Phillips, terrà a un numero selezionato (17 elementi) di allievi. L'iniziativa, relizzata con la collaborazione degli Amici della Musica, è la prima di questo tipo che i «Tallis» realizzano in Italia.

Riccardo Bigi

Firenze, «Flos Colende» in Duomo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento