Appuntamenti
stampa

Prato, vino, dolci e non solo...

Ci sono i vini di Carmignano, la più piccola e più antica (col Chianti classico) docg d'Italia – ci sono i biscotti più famosi di Toscana, quelli di Prato, o cantuccini che dir si voglia, c'è la «bozza» di pane, c'è l'olio delle colline e c'è la «mortadella di Prato», un antico salume riscoperto negli ultimi anni. C'è questo e molto ancora a «Di Vini Profumi», la manifestazione dei sapori e dei prodotti tipici e d'eccellenza della Provincia di Prato che si tiene questo sabato 9 e domenica 10 giugno nel chiostro di S. Francesco (piazza S. Francesco) a Prato.

Ci sono i vini di Carmignano, la più piccola e più antica (col Chianti classico) docg d'Italia – ci sono i biscotti più famosi di Toscana, quelli di Prato, o cantuccini che dir si voglia, c'è la «bozza» di pane, c'è l'olio delle colline e c'è la «mortadella di Prato», un antico salume riscoperto negli ultimi anni. C'è questo e molto ancora a «Di Vini Profumi», la manifestazione dei sapori e dei prodotti tipici e d'eccellenza della Provincia di Prato che si tiene questo sabato 9 e domenica 10 giugno nel chiostro di S. Francesco (piazza S. Francesco) a Prato. Dalle 18 alle 23, con ingresso libero, si potrà girare tra i banchi d'assaggio dei prodotti tipici e dei piatti caratteristici del territorio, dai «sedani di Prato» ai tortelli di patate. Un menù Di Vini Profumi sarà proposto nei ristoranti aderenti all'iniziativa dal 9 al 17 giugno.

Ovviamente protagonista della manifestazione sarà il vino: si potranno degustare il Rosato 2006, Il Barco Reale (varie annate), Il Carmignano 2003 e 2004, il Carmignano Riserva (2001, 2003, 2004) dei produttori Fattoria Ambra, Fattoria Artimino, Fattoria Bacchereto, Tenuta di Capezzana, Castelvecchio, Le Farnete, Piaggia, Azienda agricola Pratesi, Le Poggiarelle, Podere Allocco, Azienda agricola Le Ginestre, Tenuta La Borriana. Il Pinot nero Villa di Bagnolo (annata 2004), sarà presentato dall'Azienda agricola Marchese Pancrazi. Il calice per accedere alla degustazione costa 5 euro.

Domenica poi la Cappella Migliorati ospiterà il premio Miglior sommelier della Toscana a cura di AIS Toscana. Accanto al vino e ai prodotti tradizionali, «Di Vini Profumi» mette in scena anche una delle eccellenze pratesi salite alla ribalta negli ultimi anni: la pasticceria. Nella città laniera, infatti, lavorano alcuni dei più premiati e apprezzati maestri italiani. Nella sala del Priore adiacente al Chiostro, dalle 18 alle 20 e dalle 21,30 alle 23, il locale Consorzio Pasticceri di presenterà Aspettando «Dolcemente Prato», dimostrazioni dell'arte pasticcera dal vivo.

All'esterno del chiostro, nella piazza San Francesco, una mostra mercato di prodotti tipici allestita dall'Unione commercianti sarà aperta il sabato dalle 17 alle 22 e la domenica dalle 16 alle 22.

Ma non è tutto. In occasione della manifestazione l'Opera del Duomo ha previsto un'apertura straordinaria (sabato 9 giugno dalle 20,30 alle 23 e domenica 10 giugno dalle 20 alle 23) degli affreschi di Filippo Lippi, nella cappella maggiore della cattedrale, appena restaurati. Per coloro che esibiranno il tagliando di partecipazione a Di Vini Profumi l'ingresso è gratuito. Organizzano la manifestazione la Provincia di Prato, la Camera di Commercio e la Strada medicea dei vini di Carmignano.

G. R.

Prato, vino, dolci e non solo...
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento