Campanile rock
stampa

Montevarchi, i gruppi in gara

Percorsi: Campanile rock
Parole chiave: campanile rock 2006 (20)

Nella tappa di Montevarchi di Campanile rock (oratorio Sant'Andrea, sabato 11 marzo alle 21, ingresso libero), saliranno sul palco i "Paginaperta" di Montevarchi, i "Musiha" di Pelago, i "Fendinebbia" di Cascia di Reggello, i "Notte di note" di Rignano, il solista Andrea Pietrini di Montevarchi, i "Karaibi" di Ambra e i "Sinestesia" che arrivano da Manciano (Grosseto).

I Paginaperta, legati alla parrocchia del Giglio, hanno già partecipato ad un altro concorso per gruppi di ispirazione cristiana, «Rievocando», promosso dalla Diocesi di Arezzo. A Campanile rock portano portano quattro pezzi, tra cui una canzone d'amore e una sorta di dichiarazione d'amore alla musica, che arriva là dove le parole non possono arrivare. I Musiha sono di Pelago: i loro pezzi sono rock, sulle orme dei cantautori italiani. Da Cascia vengono i Fendinebbia : è stato il loro parroco, don Ottavio Failli, a invitarli a partecipare. Si rifanno al rock di gruppi e cantanti storici degli anni '70, come Led Zeppelin, Jimi Hendrix e Bob Dylan, ma anche l'arte di cantautori come De Gregori e De André. Al festival si presentano con due canzoni con tematiche sociali: un brano che racconta il disagio dei giovani di Bucarest, e una canzone sullo sterminio nazista a Marzabotto.

C'è poi la band di Rignano, Notte di Note, formata dagli animatori della parrocchia: il gruppo organizza spettacoli, spesso in collaborazione con i gruppi dei ragazzi e dei bambini. Sono già autori di un musical e a giugno presenteranno il secondo. Portano al festival due pezzi propri, che riguardano l'impegno cristiano nella vita, e una cover di Gianna Nannini. Andrea Pietrini, dopo un periodo trascorso in una band ha iniziato a cantare da solista. Ha suonato il basso, adesso studia canto, in parrocchia si occupa delle manifestazioni musicali e della gestione di una sala prove parrocchiale. Tutti giovanissimi i "Karaibi" di Ambra, che nelle loro canzoni raccontano i sentimenti e le emozioni tipiche dell'adolescenza. Rock puro invece per i Sinestesia, che dalla Maremma porteranno in Valdarno i loro brani, che si rifanno alla quotidianità, alle sensazioni ed alle esperienze vissute in prima persona. "Per noi - spiega Daniele - la musica ed il palco rappresentano la via più diretta per esprimere sé stessi senza compromessi e soprattutto senza ipocrisia. In un mondo in cui è sempre più facile “perdersi”, il nostro messaggio tenta di abbattere le barriere dell'indifferenza e del silenzio per arrivare fino al cuore della gente".

Montevarchi, i gruppi in gara
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Avatar
Tisbe 10/04/2006 00:00
Anche se in ritardo, volevo solo dire che i Fendinebbia si sono dimostrati veramente bravi e, anche se non ero lì per ascoltare loro, sono contenta che abbiano vinto. Ora hanno una fan in più!!!
Bravi bravi bravi
Avatar
Marco Niccolai 03/03/2006 00:00
Ciao sono Marco Niccolai "Edda" dei SINESTESIA, volevo dire che concordo in pieno ciò che ha scritto il nostro cantante Daniele.
Noi non suoniamo cover, ma pezzi nostri, scritti con amore, sacrificio, dedizione e tante lacrime cadute...parlano della nostra vita, delle nostre storie e di tutto il mondo che ci circonda...

"Quella mattina lo svegliò il silenzio"
I. Calvino

Un saluto a tutti

EDDA
Avatar
DANIELE (SINESTESIA) 03/03/2006 00:00
Sono Daniele dei SINESTESIA di Manciano. Vorrei precisare che al concorso non portiamo assolutamente Cover, bensí brani originali Pop-Rock nati dalla nostra anima e sensibilitá che parlano del quotidiano, dei problemi, delle gioie e dei disagi di noi Ragazzi.Questi pezzi esprimono tutti noi stessi, tutti i nostri dolori e le nostre gioie.Questi pezzi ci hanno portato alla semifinale di Rock Targatio Italia.Crediamo nel Rock, nell'amore, nella pace e nel rispetto.Ci vediamo a Mantevarchi, Daniele.

Totale 3 commenti

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento