Ritorna M’arte | Montegemoli Arte

stampa

Dal 28 maggio al 2 luglio 2017 si svolge la sesta edizione di M’arte | Montegemoli Arte, quest’anno dal titolo La natura delle cose, un progetto d’arte contemporanea a cadenza biennale ideato e promosso da Pro Loco Montegemoli, con la collaborazione di Accademia Libera Natura e Cultura di Querceto a cura di Eleonora Raspi. Si sviluppa nel territorio degli antichi e suggestivi borghi toscani dell'Alta e Bassa Val di Cecina in Provincia di Pisa: Montegemoli, Pomarance, Larderello,  Volterra e il Castello di Querceto.

M'ARTE è un progetto artistico, un incontro sperimentale ed estetico tra le suggestioni paesaggistiche, naturali e monumentali proprie dell’area interessata, e coinvolge le risorse umane presenti e gli interventi del nutrito gruppo di artisti, critici e professionisti del mondo dell'arte. Dal carattere fortemente interdisciplinare, si concretizza in una residenza per artisti e creativi, e una mostra itinerante di installazioni, video-installazioni, fotografia, pittura e scultura, arricchita da un cartellone ricco di eventi collaterali come dibattiti, performance, spettacoli di danza, musica, degustazioni e laboratori rivolti alle scuole e alle famiglie.

In residenza sono invitati gli artisti visivi: Alessandro Amaducci (Torino, 1967), Laura Cionci (Roma, 1980), Eleonora Manca (Lucca, 1978), Franco Menicagli (Campiglia Marittima, 1968) e Tom Muller (Basel 1975); il curatore Maurizio Marco Tozzi che presenterà il lavoro di Lino Strangis (Lamezia Terme, 1981); il critico e storico dell'arte Christian Caliandro; il filosofo Leonardo Caffo (Catania, 1988); lo studio grafico Liligutt di Milano e la fotografa Marta Marinotti.

«Da sempre - spiega la curatrice Eleonora Raspi - M’ARTE coinvolge profondamente gli abitanti di questi luoghi. L'edizione 2017 ha come titolo «La natura delle cose» e invita i suoi protagonisti a riflettere e lavorare sulla parola «natura», intesa come prismatico contenitore di significati e suggestioni. Liberamente ispirato al testo lucreziano «De rerum natura», tale titolo si apre per essere affrontato da più prospettive - ora ecologica, scientifica, filosofica, religiosa o politica – e vuole suscitare una riflessione sulla realtà che ci circonda attraverso la lente dell’arte contemporanea e della cultura. Al fine di un superamento delle proprie paure ataviche, nel suo testo Lucrezio invitava a una maggior consapevolezza ‘delle cose celesti, in qual modo avvengano i moti del sole e della luna, e per qual forza si svolga ogni cosa in terra, l'anima e la natura dell'animo […]’; trasportate nel contesto contemporaneo, e lette sotto una luce a noi familiare, sono convinta che queste parole siano ancora valide, anzi necessarie.«

Il cuore di M’arte sarà Montegemoli dove gli artisti svilupperanno un lavoro totalmente site specific interessando tutto il borgo (vernissage sabato 3 giugno ore 17 Piazza del Casalino). In particolare, l’attenzione sarà rivolta allo spazio delle logge, alle sale espositive interne del Castello, alle due piazze principali, al giardino di Bella degli Abati, alla parte esterna della Chiesa di San Bartolomeo e agli spazi interni del Palazzo del  Podestà. Montegemoli sarà inoltre la sede principale di incontri con le associazioni, tavole rotonde, degustazioni, spettacoli e concerti (domenica 4 giugno). A Pomarance saranno coinvolti gli spazi interni di Casa Bicocchi con una mostra incentrata sul lavoro video di Lino Strangis a cura di Maurizio Marco Tozzi (inaugurazione venerdì 2 giugno ore 18).  Il Castello di Querceto sarà sede della residenza, che vedrà la nascita di sinergie tra artisti, creativi, organizzatori, studenti del Liceo Artistico di Volterra. «Una residenza per artisti - sottolinea Raspi - è condivisione quotidiana, un fatto umano. Alla base ha come obiettivo mettere a disposizione uno spazio da sfruttare come laboratorio, in cui condividere idee e progetti con altri artisti o intellettuali, curatori, filosofi, per vivere un’esperienza intellettualmente ed artisticamente  stimolante, e lasciare un segno della propria presenza nel territorio».

A Larderello una sala del Museo della Geotermia ospiterà l’istallazione dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo Tabarrini di Pomarance (presentazione giovedì 1 giugno ore 10), mentre anche Volterra ospiterà un intervento site specific degli artisti di M’arte (inaugurazione giovedì 8 giugno ore 18). La manifestazione si concluderà domenica 2 luglio a Montegemoli con la presentazione del catalogo, e a seguire la cena sulla Piazza del Casalino.

INAUGURAZIONI

Larderello, 1 giugno, ore 10.00, Museo della Geotermia
Pomarance, 2 giugno, ore 18:00, Casa Bicocchi
Montegemoli, 3 giugno, ore 17:00, Piazza del Casalino
Volterra, 8 giugno, ore 18:00.

LUOGHI
Montegemoli, Comune di Pomarance (Pisa): l’intero borgo
Pomarance (Pisa): Casa Bicocchi, Via Garibaldi 61,
Larderello (Pisa): Museo della Geotermia, sala
Castello di Querceto, Comune di Montecatini (Pisa): Sala al piano terra di Accademia Libera (28 maggio – 9 giugno)
Volterra (Pisa)

Media