The di Toscanaoggi
stampa

Fiore e piante per ogni occasione

Proseguono gli incontri culturali per gli abbonati del settimanale. I prossimi appuntamenti con i «The di Toscana Oggi» sono il 7 marzo a Firenze e il 21 marzo a Prato e in entrambi si parlerà di piante.

Percorsi: The Toscanaoggi
Parole chiave: the di toscanaoggi (40), cultura (219)

FIRENZE
Conoscere le piante medicinali. Come curarsi con i “rimedi” delle nonne» è il tema della prossima conferenza dei Thè di Toscana Oggi in programma mercoledì 7 marzo (ore 16) all'Accademia di scienze e lettere La Colombaria a Firenze. Relatore sarà Andrea Lugli che, nell'occasione, presenterà il libro «Conoscere le piante medicinali». Il volume, che comprende 40 schede pratiche, tante curiosità e suggerimenti utili, è una pubblicazione che ha l'intento di illustrare, in modo semplice ed efficace, tutte le diverse possibilità offerte dalle piante officinali per mantenere un fisiologico benessere.

Il libro, edito da Aboca, si pone due obiettivi. Il primo è quello di far riflettere su cosa siano le piante medicinali e quanto e come le conosciamo, il secondo è quello di sintetizzare in brevissime schede monografiche le attività e gli usi sui quali vi è un ampio accordo internazionale.

In altri termini quegli usi che possono ritenersi affidabili. Le piante medicinali infatti possono certamente, in mani esperte, essere utilizzate a fini terapeutici, tuttavia, visto che oggi il largo pubblico le utilizza comunemente in ambito di automedicazione per i cosiddetti piccoli disturbi in questo caso, è particolarmente utile sapere cosa, in effetti, ci si può aspettare da esse.

Una serie di brevissime schede riportano quindi tutte le indicazioni e gli usi fondamentali, quelli che alla luce delle attuali conoscenze sono più plausibili e importanti in particolare nell'ambito dell'automedicazione.

Al termine del testo vi sono una serie di schede che riassumono per le varie esigenze di salute le sostanze più indicate.

«Conoscere le piante medicinali» è destinato sia ad un lettore appassionato della materia piuttosto che ad un lettore che si approccia per la prima volta alla conoscenza delle piante medicinali. Gli argomenti, che vengono trattati con semplicità per rendere la lettura più piacevole, hanno basi e riferimenti scientifici che attestano la validità dei contenuti e possono interessare e arricchire la conoscenza anche del lettore più evoluto in materia.

Aboca Edizioni propone testi che recuperano l'antica tradizione delle piante medicinali e diffondono il sapere botanico-medico.

«Conoscere le piante medicinali» si colloca in questa fascia appunto di pubblicazioni scientifiche che però coinvolgono il grande pubblico perché raccontano con facilità e immediatezza quali sono e come agiscono le piante medicinali più importanti.

Andrea Lugli è laureato in Fitoterapia (Phytotherapy-Herbal Medicine) presso il College of Phytotherapy (UK) e laureato in Chimica Industriale presso l'Università di Bologna.

È membro del College of Practitioner of Phytotherapy, si occupa di piante medicinali da oltre dieci anni, svolge regolarmente attività di didattica in corsi di formazione ed ECM, per Medici, Farmacisti ed Erboristi.

È docente presso il Master Internazionale di II livello in Fitoterapia dell'Università di Cagliari-Madrid.

PRATO: Ditelo con un fiore. Un messaggio senza bisogno di parole
  e rose per la grazia e la bellezza, i gelsomini come segno di buon augurio alle spose, la camomilla per emergere dalle difficoltà, la mimosa per le donne sognatrici e impegnate in un ideale e i bouganville per la passione, sono solo alcuni dei fiori che da Oriente ad Occidente, nel corso dei secoli hanno rappresentato il mezzo migliore per trasmettere precisi messaggi.

Questi sono alcuni temi che Elena Mazzetti, responsabile della fioreria «Il Giardino delle Fate» di Prato, tratterà nella conferenza «Dillo con i fiori. A ciascuno il suo», in programma mercoledì 21 marzo al Ridotto del Teatro Metastasio di Prato (ore 16) nell'ambito dei «Thè di Toscana Oggi».

Momento di confronto sarà il romanzo «Il linguaggio segreto dei fiori» di Vanessa Diffenbaug venduto in migliaia di copie, che racconta la difficile esistenza della protagonista Victoria. Elena Mazzetti ripercorrerà le fasi principali del libro evidenziando come, attraverso i fiori, Victoria comunichi le sue emozioni più profonde e come essi siano per lei rifugio e cura delle ferite dell'anima e piccole pillole di felicità. Elena sottolinea come l'uscita dell'opera abbia suscitato una crescita d'interesse da parte dei clienti del suo negozio, sopratutto donne, nei riguardi del significato dei fiori da regalare. Quest'ultimi, infatti, sono oggetti ideali per esprimere un pensiero o uno stato d'animo e che ci sono tante simbologie del linguaggio dei fiori quante sono le sfaccettature nella psicologia e nella emotività.

Altro argomento proposto nella conferenza sarà la storia, i miti e le leggende che legano i fiori all'uomo: binomio inscindibile anche nella poesia, nella letteratura, nell'arte dove ad esempio il giglio è un simbolo dell'iconografia cristiana e nella moda dove l'elemento floreale assume una propria intensità ed originalità estetica. Durante la conferenza dei Thè di Toscana Oggi verrà anche approfondito il culto dei fiori nell'Ottocento in relazione alla figura femminile, l'utilizzo di essi come medicinali e il rapporto tra i miti ed il significato dei fiori e del loro colore.

D. A.
Con le fiabe «L'appetito vien leggendo» alla Pensione Bencistà
Il 22 marzo riprendono le cene letterarie alla Pensione Bencistà a Fiesole. «L'appetito vien leggendo» è infatti il titolo dell'iniziativa (che rientra nell'ambito delle manifestazioni collaterali ai «Thé di Toscana Oggi») che unisce letteratura e gastronomia prendendo per la gola i partecipanti. Tema degli incontri, che prevedono conferenza e cena a tema, sono i grandi classici della letteratura letti ed esaminati dal punto di vista dell'arte culinaria e delle ricette.

Dopo le conferenze e cene in compagnia di Pinocchio all'Osteria del Gambero Rosso, i menu di Agatha Christie e i cibi degli antichi Romani, è la volta, il 22 marzo appunto, a partire dalle 18, dell'incontro dal titolo «Nel magnifico mondo dei cibi fiabeschi». Relatore sarà Carlo Lapucci, esperto di fiabe e di tradizioni popolari.

La conferenza più la cena, a numero chiuso, hanno un costo di 30 euro. Per iscrizioni e informazioni è possibile rivolgersi alla Pensione Bencistà a Fiesole (via Benedetto da Maiano, 4): tel. 055-59163; info@bencista.com; www.bencista.com oppure a Toscana Oggi: 055-2776600; 055-2776638.

Fiore e piante per ogni occasione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento