Via Francigena
stampa

Abbadia a Isola, grande festa nel giorno dei primi pellegrini cristiani

Credo che sia stata veramente una grande festa. In verità non pensavo potesse venire così bene. L'inaugurazione dell'ospitale di Badia a Isola ha visto la partecipazione di tante persone che già dal primo pomeriggio sono arrivate al borgo per vedere cosa stava succedendo. Per entrare a vedere, per chiedere, per capire, per condividere la gioia. Stavamo completando le ultime pulizie cominciate già dalla mattina.

Parole chiave: francigena (150), pellegrinaggi (150)

Credo che sia stata veramente una grande festa. In verità non pensavo potesse venire così bene. L'inaugurazione dell'ospitale di Badia a Isola ha visto la partecipazione di tante persone che già dal primo pomeriggio sono arrivate al borgo per vedere cosa stava succedendo. Per entrare a vedere, per chiedere, per capire, per condividere la gioia. Stavamo completando le ultime pulizie cominciate già dalla mattina. Anche questo lavoro è stato per noi un momento di festa. Vari pellegrini, arrivati inattesi, si sono resi disponibili ad aiutare e in effetti c'era tanto da fare. Nessuno è stato con le mani in mano».

Così Monica D'Atti, della Confraternita di San Jacopo di Compostella, descrive sul proprio sito il clima che si respirava nel pomeriggio di venerdì 6 gennaio ad Abbadia a Isola in occasione dell'inaugurazione del nuovo ospitale dei Santi Cirino e Giacomo. Una data scelta non a caso, perché l'Epifania ricorda il primo pellegrinaggio cristiano della storia, quello appunto dei Re Magi verso il Bambino Gesù. E i Magi sono arrivati davvero a cavallo, per completare la festa dei bambini delle parrocchie circostanti che si erano ritrovati per rendere omaggio al neonato Salvatore, con scenette e canti, nell'attigua chiesa romanica di San Cirino.

Prima del taglio del nastro sono intervenuti tra gli altri il parroco don Doriano Carraro, il sindaco di Monteriggioni Bruno Valentini e il presidente della Fondazione Monte dei Paschi Gabriello Mancini, mentre ad impartire la benedizione è stato mons. Antonio Buoncristiani, arcivescovo di Siena-Colle Val d'Elsa-Montalcino.

Il nuovo ospitale, realizzato grazie al contributo decisivo della Fondazione Mps e caratterizzato da grande semplicità ma al tempo stesso da spazi e servizi più che adeguati, sarà gestito appunto dalla Confraternita di San Jacopo (presente ad Abbadia anche con il proprio rettore, Paolo Caucci von Saucken) a partire dal prossimo Giovedì Santo.

M.L.

Abbadia a Isola, grande festa nel giorno dei primi pellegrini cristiani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento