Chi siamo
stampa

Dall'“Osservatore Toscano” a TOSCANAoggi

Nell'ottobre 1945 usciva il primo numero dell'“Osservatore Toscano”, settimanale cattolico della Chiesa fiorentina. Si colmava, così, un vuoto di quindici anni dalla scomparsa del quotidiano cattolico cittadino “L'Unità Cattolica” e, successivamente, del periodico dell'“Azione Cattolica”, che, essendo tenace oppositore del regime fascista, scelse di essere soppresso pur di non cedere ad esso.
Durante questo periodo di vuoto, aveva supplito un po' il settimanale parrocchiale di mons. Facibeni “Vita Parrocchiale”, oggi “Il Focolare”.
Dalla Resistenza, ad opera dei giovani della GIAC, nacque il settimanale “Giovani” per formare la coscienza della nuova generazione alle esigenze del tempo. In seguito il card. Dalla Costa chiese ed ottenne la fusione coll'“Osservatore Toscano” quale segno di unità diocesana. Il settimanale si distinse subito per l'apporto corresponsabile del laicato e riscosse una notevole accoglienza giungendo ad una elevata tiratura di copie e ad accogliere altre testate diocesane.
Agli inizi degli anni '80, maturò il progetto di un nuovo settimanale unico per tutta la Toscana, con pagine comuni e un inserto per ogni singola diocesi, che raccogliesse l'eredità di testate gloriose e cariche di anni, ma che vivevano ormai un periodo di difficoltà. Il progetto fu accolto dalla Conferenza episcopale toscana nell'ottobre del 1982, ma a causa della improvvisa morte del card. Giovanni Benelli, rimase sospeso per circa un anno. Il 18 dicembre 1983 uscì come numero “0” di TOSCANAoggi, assieme all'edizione della diocesi di Prato, in attesa dell'ingresso, di tutte le altre testate diocesane toscane.

Dall'“Osservatore Toscano” a TOSCANAoggi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento