Italia

Italia stampa

«L'Italia riesce a sprecare il 47,9% dell'acqua potabile che si perde per colpa di una rete idrica colabrodo e a pagarne le conseguenze sono 2,7 milioni di famiglie (il 10% del totale) che lamentano problemi nell'erogazione idrica lungo il territorio nazionale». È quanto afferma oggi la Coldiretti, sulla base dei dati Istat in riferimento al rapporto «Progress on drinking water» di Unicef e Organizzazione mondiale della sanità, che punta i riflettori sulle disuguaglianze nell'accesso alla risorsa idrica. 

Nel 2018, si stimano in Italia oltre 1,8 milioni di famiglie in povertà assoluta (con un'incidenza pari al 7%), per un totale di 5 milioni di individui (incidenza pari all'8,4%). Non si rilevano variazioni significative rispetto al 2017 nonostante il quadro di diminuzione della spesa complessiva delle famiglie in termini reali. È quanto emerge dal report su «Le statistiche sulla povertà» per l'anno 2018 diffuso oggi dall'Istat.

In controtendenza con quanto successo negli ultimi anni, torna a salire in Italia il numero dei donatori di sangue. Stando ai dati diffusi oggi dal Centro nazionale sangue, nel 2018 sono stati infatti 1.682.724, con un aumento dello 0,2% rispetto all'anno precedente. In vista della Giornata mondiale del donatore di sangue che l'Oms celebra il 14 giugno, il ministero della Salute e il Centro nazionale sangue hanno lanciato il nuovo portale www.donailsangue.salute.gov.it dedicato ai donatori.

Non nascerà, almeno per adesso, il colosso dell'auto Fca-Renault. Dopo una notte di riunione, infatti, il Consiglio di amministrazione del gruppo francese ha dichiarato di non poter assumere nessuna decisione in merito alla proposta arrivata da Torino, a causa della posizione del governo (che siede nello stesso Cda). 

«Dopo il consistente aumento di occupazione registrato a marzo, ad aprile 2019 la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente; anche il tasso di occupazione rimane invariato al 58,8%». Lo comunica oggi l'Istat, diffondendo i dati provvisori su «Occupati e disoccupati» ad aprile 2019.