Italia

Italia stampa

“Di fronte alla sfida della cultura dello scarto vogliamo costruire la civiltà dell’amore”. Lo ha detto questo pomeriggio Marina Casini Bandini, presidente del Movimento per la vita (Mpv), inaugurando il 40° convegno nazionale dei Centri di aiuto alla vita (fino al 14 novembre), che ha per tema “Tu sei per me unico al mondo. Non si vede bene che col cuore” e si svolge online a causa dell’emergenza Covid. Da quest’anno l’appuntamento nazionale dei Cav è intitolato a Carlo Casini, padre di Marina, fondatore del Mpv e instancabile nel suo impegno pro-life.

Un allarme dopo l’altro di imbarcazioni cariche di migranti che affrontano le insidie del Mediterraneo in cerca di fuga dalla Libia. L’ultimo avvistamento a largo delle coste di Lampedusa è dato, attraverso Twitter, da Alarm Phone. “Dopo diverse ore senza contatti con la barca con 70 persone a bordo, abbiamo ripreso contatto stamattina. Ora sono vicini a Lampedusa”, spiega Alarm Phone, precisando che “le autorità italiane sono avvisate”.

“Questo prezioso momento di ricordo sia fonte di riflessione e di rinnovato impegno di solidarietà, nella corrispondenza al vincolo morale rappresentato da quanti sono caduti”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, in occasione della Giornata in ricordo dei caduti nelle missioni internazionali.

“Alle spalle di questo convegno abbiamo una storia di 45 anni, difficile da riassumere in poche battute tanto è densa e ricca. Certo è che in mezzo a tanta fatica c’è la gioia immensa di aver fatto un lavoro che ha a che fare con la pace, con la giustizia, la libertà; con i diritti umani, insomma; con la tutela della dignità di ogni vita umana dal concepimento perché questo è la base di tutto”. Marina Casini Bandini, presidente del Movimento per la vita (Mpv), presenta al Sir il 40° convegno nazionale dei Centri di aiuto alla vita in programma da domani al 15 novembre, che ha per tema “Tu sei per me unico al mondo. Non si vede bene che col cuore” e si svolgerà online a causa dell’emergenza Covid. 

Com’era già successo in primavera al Martini di Torino, da alcuni giorni anche nella cappella dell’Ospedale S. Luigi Gonzaga di Orbassano i banchi per i fedeli sono stati sostituiti da una trentina di posti letto per pazienti Covid con sintomi lievi. Il cappellano: “Disponibili ad accogliere i malati in chiesa, ma ci si poteva muovere in modo diverso”

“È un’ottima notizia, come tutte le notizie che riguardano i vaccini. Di questo non si conoscono ancora i particolari ma dal comunicato sembra efficace e sicuro. L’efficacia dichiarata del 90% è indubbiamente molto elevata. A questo importante annuncio seguiranno pubblicazioni scientifiche sulla scorta delle quali ragionare in maniera più compiuta; tuttavia, in questa emergenza è giusto che le buone notizie al grande pubblico precedano le pubblicazioni per gli addetti ai lavori”.