Italia

Italia stampa

«Non è un dono, ma una provocazione». Così il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, considera, in un’intervista pubblicata oggi da «La Repubblica», il raddoppio dell’Ires, l’imposta sul reddito delle società, previsto dalla manovra per gli enti no profit e le realtà collegate alla Chiesa. 

Mons. Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania, è stato personalmente a Fleri e Pisano, frazioni di Zafferana Etnea, tra le zone colpite con maggiore forza dal sisma che ha coinvolto i paesi alle pendici dell’Etna, a 450 metri circa sull'antica Strada Regia che congiunge la zona costiera di Giarre e Riposto ai paesi etnei di Trecastagni e Viagrande.

Il primo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni ha fatto registrare «un ottimo risultato e una grande partecipazione dei cittadini». Lo comunica l'Istat spiegando che al termine delle operazioni, fissato per ieri, 20 dicembre, circa 1.250.000 famiglie hanno compilato il questionario, oltre il 92% di quelle coinvolte. «La percentuale tenderà a crescere ancora un po' al termine delle ultime verifiche», precisa l'Istat in una nota.

L'Arci con un documento risponde punto per punto alle «faq» sul decreto sicurezza pubblicate sul sito del Viminale. Là dove si dovrebbe spiegare cosa prevede il decreto  fortemente voluto da Matteo Salvini, secondo l'Arci vi si trovano «risposte tendenziose e fuorvianti, utili solo per fare propaganda e ripulire il volto disumano di chi questo Decreto lo ha voluto e lo propaganda ogni giorno (...) Un vero e proprio caso di fake news di governo».

A niente sono valsi gli appelli ripetuti in questi giorni e neanche i continui richiami del Capo dello Stato. La maggioranza gialloverde, pur non avendo incluso questa misura nel «contratto di governo», ha deciso di cancellare il Fondo per il pluralismo che sarebbe entrato in vigore proprio adesso. Una decisione grave che avrà pesanti conseguenze occupazionali, ma che soprattutto restringe ulteriormente il pluralismo dell'informazione.

«Ogni giorno 44,4 persone sono obbligate a lasciare le proprie case. I minori sotto i 18 anni di età costituiscono circa la metà della popolazione rifugiata - circa 30 milioni. 300mila di questi sono minori non accompagnati registrati in circa 80 Paesi. In particolare i minori non accompagnati arrivati in Italia poi diventati irreperibili sono 4.307, di ben 23 etnie diverse». Sono i dati forniti oggi da Caritas italiana, che diffonde oggi il dossier «Minori migranti, maggiori rischi»  con numeri, testimonianze e proposte, in particolare sui flussi verso l'Unione europea e la situazione dei Balcani.