Italia

Italia stampa

Nel 2018 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.753.949 milioni di euro correnti, con un aumento dell'1,7% rispetto all'anno precedente. In volume il Pil è aumentato dello 0,9%, nel 2017 l'incremento era stato dell'1,6%. È quanto comunica oggi l'Istat diffondendo i dati di «Pil e indebitamento Ap. Prodotto interno lordo, indebitamento netto e saldo primario delle Amministrazioni pubbliche» relativi agli anni 2016-2018.

A febbraio 2019 si stima un ampio calo dell'indice del clima di fiducia dei consumatori, che passa da 113,9 a 112,4; anche l'indice composito del clima di fiducia delle imprese si caratterizza per una evidente flessione (da 99,1 a 98,3), confermando una evoluzione negativa in atto ormai dallo scorso luglio. È quanto comunica oggi l'Istat diffondendo la stima della «Fiducia dei consumatori e delle imprese» a febbraio 2019.

«In Italia siamo lontani dagli obiettivi. È mancata una visione integrata, negli anni, delle politiche per lo sviluppo sostenibile. Una vera e propria regia per un'Italia equa e sostenibile che coinvolga i piani energetici e climatici, una riforma del sistema fiscale volta a favorire la transizione ecologica, maggiori e migliori investimenti in sanità e istruzione». Lo ha affermato questa mattina il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, intervenendo alla Camera dei deputati all'incontro «La politica italiana e l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Nel rapporto «Il mercato del lavoro 2018. Verso una lettura integrata» diffuso oggi da ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Istat, Inps, Inail e Anpal la sostanziale tenuta del mercato del lavoro con il massimo storico per dipendenti e precari. Buono l'impatto occupazionale dell'esonero triennale varato nel 2015 dal governo Renzi. Allarme per gli incidenti sul lavoro.