Italia
stampa

CAPACI, 15 ANNI DOPO: MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO

“Il micidiale barbaro agguato di Capaci, che il 23 maggio 1992 spense la vita di Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo e Vito Schifani, rappresentò uno dei punti più alti dell'attacco della mafia allo Stato democratico”. Così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio inviato oggi - in occasione del 15° anniversario della strage di Capaci - a Maria Falcone, sorella di Giovanni e presidente della Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”. “La violenza efferata – scrive il presidente - con cui si colpì uno dei più combattivi e moderni magistrati impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, replicandosi poi nel criminale attentato a Paolo Borsellino, innescò nel Paese una reazione ferma e diffusa, avviando con il concorso della Magistratura e delle Forze dell'Ordine, una feconda stagione di contrasto alle vecchie e nuove forme di penetrazione e di presenza della mafia. Questa battaglia va ripresa e sviluppata”. In occasione dell'anniversario, sono state organizzate diverse iniziative commemorative: a Palermo è attraccata la “nave della legalità con migliaia di giovani studenti provenienti da tutta Italia sbarcati in Sicilia per testimoniare il loro no alla mafia”. Info su altre iniziative: www.libera.it .
Sir

CAPACI, 15 ANNI DOPO: MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento