Italia
stampa

CARD. BAGNASCO, VISITA IN ABRUZZO: RICOSTRUIRE SOPRATTUTTO LA COMUNITÀ CRISTIANA

Parole chiave: angelo bagnasco (206), caritas (569), terremoti (429), abruzzo (64)

(San Panfilo D'Ocre) – “La nostra volontà è di procedere nella ricostruzione delle case e delle chiese ma soprattutto della comunità cristiana”. Lo ha dichiarato questa mattina il card. Angelo Bagnasco durante la visita a L'Aquila in cui ha annunciato che sono 31 milioni gli euro a disposizione della Caritas per le attività di ricostruzione: 26 raccolti tramite la colletta organizzata in tutte le parrocchie italiane e le donazioni dei privati, cui si aggiungono i 5 milioni messi a disposizione direttamente dalla Cei. Il cardinale ha visitato uno dei cantieri aperti da Caritas italiana per la realizzazione di una scuola che ospiterà 168 bambini a San Panfilo D'Ocre. Altre scuole sorgeranno a Fossa e a L'Aquila, nella frazione di Poggio di Roio. “Tutti gli edifici – ha confermato il direttore di Caritas italiana, mons. Vittorio Nozza - saranno realizzate in acciaio e legno, così da garantire una durata sul lungo periodo, e saranno consegnate entro la fine di ottobre e l'inizio di novembre”. Durante la conferenza stampa di questa mattina il direttore di Caritas italiana ha fatto il punto sugli interventi in via di realizzazione. “Al 1 settembre sono stati già definiti 12 interventi prioritari, alcuni già conclusi ed altri in via di realizzazione, con un investimento di oltre 11 milioni di euro”.
Oltre alle scuole sono previsti 4 strutture per servizi sociali e ricreativi, tre centri per la comunità e due edifici di edilizia sociale ed abitativa. Ad oggi sono già state realizzate quattro opere: la sede di Caritas L'Aquila e del centro di coordinamento di Caritas Italiana a Coppito, una struttura analoga a L'Aquila in località la Torretta, una sala per gli studenti a Pettino e un centro Caritas a Barisciano. “Nel centro di La Torretta – ha precisato mons. Nozza – verrà aperto, insieme alle suore Alcantarine, un centro di supporto psicologico per minori, per aiutare i bambini nella delicata fase di ritorno delle abitazioni”. “Al termine di questa prima fase di costruzione – ha concluso mons. Nozza – orientativamente nei mesi di ottobre e novembre prenderà il via una seconda fase di realizzazioni, ancora in via di definizione”. Tra i progetti ipotizzati ci sono altri 4 centri per la comunità, 3 edifici di edilizia sociale ed abitativa, una casa famiglia per bambini, un centro per la Caritas diocesana e un centro diurno per l'associazione italiana sclerosi multipla.
Sir

CARD. BAGNASCO, VISITA IN ABRUZZO: RICOSTRUIRE SOPRATTUTTO LA COMUNITÀ CRISTIANA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento