Italia
stampa

COOPERANTE RAPITA TRA I SAHARAWI: NUOVO APPELLO DEL CISP PER LA LIBERAZIONE

Parole chiave: saharawi (7), cooperazione (178)

Un nuovo appello per la liberazione di Rossella Urru, la coordinatrice dei progetti nei campi dei rifugiati Saharawi, rapita nella notte tra il 22 e il 23 ottobre 2011, assieme a Ainhoa Fernandez de Rincon ed Enric Gonyalons, è stato lanciato oggi dal Cisp, l'ong per cui lavora. “Continuiamo a seguire strettamente le indicazioni dell'Unità di crisi del Ministero degli affari esteri – dice Paolo Dieci, direttore del Cisp -, che sta seguendo il caso con assoluta determinazione”. “Tutte le persone del Cisp, in Italia e all'estero – afferma -, desiderano più di ogni altra cosa che giunga il giorno della liberazione”. L'ong ringrazia le istituzioni, le persone e le associazioni ”che non cessano di manifestare la propria solidarietà. La Sardegna, la terra di Rossella, ha animato e anima innumerevoli manifestazioni di affetto e partecipazione, che testimoniano il radicamento al suo interno dei valori della solidarietà e della fratellanza. Anche altri comuni italiani - tra i quali quelli di Milano, di Bologna e di Roma - hanno fatto giungere la loro voce, esponendo la foto di Rossella e chiedendone la liberazione”. “Continuiamo, nell'attesa – conclude Dieci -, ad essere animati dalla speranza che Rossella Ainhoa ed Enric siano presto restituiti ai loro affetti, ai loro impegni, alle loro vite”. (Sir)

COOPERANTE RAPITA TRA I SAHARAWI: NUOVO APPELLO DEL CISP PER LA LIBERAZIONE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento