Italia
stampa

Def: Tria, «il governo conferma previsioni. Volatilità dei mercati non offuschi valutazioni»

È toccato al ministro del Mef, Giovanni Tria, difendere stamani la nota di aggiornamento al Def del governo Conte davanti alle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato dopo la mancata validazione della manovra da parte dell'Ufficio parlamentare di Bilancio.

Montecitorio

«A seguito della mancata validazione del quadro macroeconomico programmatico della Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza da parte dell'Ufficio parlamentare di bilancio il Governo ritiene opportuno confermare le previsioni contenute nella NaDef». Lo ha affermato questa mattina il ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, nel corso dell'audizione sulla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (NaDef) 2018 nelle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato dopo la mancata validazione della Nota di aggiornamento al Def da parte dell'Ufficio parlamentare di bilancio, comunicata nella serata di ieri.

Il ministro ha spiegato i motivi per cui l'Esecutivo intende «confermare le previsioni contenute nella NaDef», anteponendo alcune «considerazioni preliminari». «Le riserve e le critiche sollevate da più parti nei confronti del programma di politica economica e finanziaria illustrato nella NaDef - ha ammonito Tria - non devono offuscare quella che dovrebbe essere una valutazione equilibrata delle prospettive economiche alla luce delle misure prospettate dal governo». «La salita dei rendimenti sui titoli di Stato registrata negli ultimi giorni desta certamente preoccupazione ma - ha proseguito il ministro - voglio ribadire che si tratta di una reazione eccessiva, non giustificata dai fondamentali dell'economia e della finanza pubblica italiane».

Per Tria, «non dobbiamo lasciare che la volatilità di breve termine dei mercati offuschi la nostra capacità di formulare valutazioni e previsioni equilibrate. I rischi economici e geopolitici internazionali sono sempre esistiti ed è anche per questo motivo che nei documenti di programmazione si formulano previsioni di natura prudenziale e non basate su previsioni ottimistiche. Ma non possiamo, né non dobbiamo, basare il quadro programmatico su scenari di rischio a ribasso altrimenti stravolgiamo il significato di tale previsione».

Fonte: Sir
Def: Tria, «il governo conferma previsioni. Volatilità dei mercati non offuschi valutazioni»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento