Italia
stampa

Dal n. 19 del 21 maggio 2006

I toscani al governo

Il presidente del Consiglio più 25 ministri (tra loro due sono anche vicepremier). Il governo Prodi, mercoledì scorso, si è presentato così con un ministro in più dell'ultimo governo Berlusconi che ne contava 24. Otto dei ministri del «Professore» sono senza portafoglio (erano 10 nell'esecutivo del Cavaliere). La pattuglia toscana è composta da Rosy Bindi, Vannino Chiti e Fabio Mussi, ai quali va aggiunto Giuliano Amato (torinese d'orgine, ma cresciuto in Toscana, dove risiede). Tra i sottosegretari ci sono Enrico Letta (pisano) in veste di sottosegretario alla presidenza, Beatrice Magnolfi (Riforme ed Innovazione nella Pubblica Amministrazione), Stefano Boco (Agricoltura) e Andrea Marcucci (cultura). Toscano d'adozione anche Luciano Modica (sottosegretario all'Università), nato a Catania, ma residente a Pisa dove è docente alla Scuola Normale.

I toscani al governo

Il presidente del Consiglio più 25 ministri (tra loro due sono anche vicepremier). Il governo Prodi , mercoledì scorso, si è presentato così con un ministro in più dell'ultimo governo Berlusconi che ne contava 24. Otto dei ministri del «Professore» sono senza portafoglio (erano 10 nell'esecutivo del Cavaliere).
Un governo con tre ex premier (Prodi, D'Alema e Amato) ma fatto di «matricole» per il 60%. Sono infatti 14 su 25 i ministri del governo dell'Unione alla prima esperienza nell'incarico. Non solo: in più c'é Francesco Rutelli, che fu già nominato ministro (dell'Ambiente) nel governo Ciampi nel 1993, ma che si dimise poche ore dopo (assieme a Vincenzo Visco, Augusto Barbera e Luigi Berlinguer) per il «no» della Camera alla autorizzazione a procedere per Bettino Craxi. E ancora, Massimo D'Alema : due volte presidente del Consiglio tra il 1998 e il 2000, ma mai ministro.
Le matricole vere e proprie, dunque, sono Arturo Parisi (sottosegretario alla presidenza del Consiglio del governo Prodi nel '96), Tommaso Padoa Schioppa, Beppe Fioroni, Paolo Gentiloni, Fabio Mussi, Cesare Damiano, Paolo Ferrero, Alessandro Bianchi, Vannino Chiti, Luigi Nicolasi, Linda Lanzillotta, Emma Bonino, Giulio Santagata, Barbara Pollastrini .
Sono invece già stati ministro, ma cambiano dicastero, Giuliano Amato (non solo ex premier, ma anche ministro del Tesoro, delle Riforme e sottosegretario alla presidenza con Craxi dall'83 all'87); Clemente Mastella (è stato ministro del Lavoro nel primo governo Berlusconi); Livia Turco (è stata agli Affari sociali); Giovanna Melandri (già ai Beni Culturali), Rosy Bindi (ex ministro della Sanità) e Alfonso Pecoraro Scanio (già ministro alle Politiche agricole).
Incarico fotocopia, infine, per altri quattro ministri di Prodi: Pierluigi Bersani alle Attività produttive (che però ora ha cambiato nome in Sviluppo economico e ha modificato qualche delega), Antonio Di Pietro alle Infrastrutture (senza Trasporti) e Paolo De Castro alle Politiche agricole.

Nove ministri sono indicati dai Ds (uno dei quali, Luigi Nicolais, «tecnico»); sei della Margherita, 2 prodiani, uno ciascuno per gli altri sei partiti della maggioranza: Rifondazione comunista, Italia dei Valori, Rosa nel Pugno, Comunisti Italiani, Verdi, Popolari-Udeur. In più ci sono Giuliano Amato, eletto deputato nell'Ulivo, e Tommaso Padoa Schioppa, anche lui «tecnico». Oltre a Nicolais e Padoa Schioppa, è «tecnico» anche Alessandro Bianchi , indicato per i Trasporti dal Pdci.
Tra i ministri ci sono 19 deputati e solo due senatori (Clemente Mastella e Livia Turco ) oltre a quattro non parlamentari. Sei le donne ministro, di cui cinque senza portafoglio.
La pattuglia toscana è composta da Rosy Bindi (di Sinalunga in provincia di Siena), Vannino Chiti (pistoiese, già presidente della Regione Toscana) e Fabio Mussi (di Piombino) ai quali va aggiunto Giuliano Amato (torinese d'orgine, ma cresciuto in Toscana dove si è laureato e dove tuttora abita). Tra i sottosegretari ci sono Enrico Letta (pisano) in veste di sottosegretario alla presidenza, Beatrice Magnolfi (Riforme ed Innovazione nella Pubblica Amministrazione), Stefano Boco (Agricoltura) e Andrea Marcucci (Cultura). Toscano d'adozione anche Luciano Modica (sottosegretario all'Università), nato a Catania, ma residente a Pisa dove è docente alla Scuola Normale. Sottosegretario nello stesso dicastero anche Nando Dalla Chiesa , nato a Firenze, ma ormai milanese.
La lista
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Romano Prodi
VICEPRESIDENTI DEL CONSIGLIO:
Massimo D'Alema e Francesco Rutelli
MINISTRI SENZA PORTAFOGLIO:
Vannino Chiti (Rapporti parlamento e riforme), Luigi Nicolais (Funzione pubblica e innovazione), Linda Lanzillotta (affari regionali), Emma Bonino (politiche comunitarie), Giulio Santagata (attuazione del programma), Barbara Pollastrini (pari opportunità), Giovanna Meandri (politiche giovanili e sport) e Rosy Bindi (famiglia).
MINISTRI CON PORTAFOGLIO:
Affari Esteri: Massimo D'Alema. Beni Culturali e Turismo: Francesco Rutelli. Interno: Giuliano Amato. Giustizia: Clemente Mastella. Difesa: Arturo Parisi. Economia e Finanze: Tommaso Padoa Schioppa. Sviluppo Economico: Pierluigi Bersani. Infrastrutture: Antonio Di Pietro. Politiche Agricole e Forestali: Paolo De Castro. Istruzione: Beppe Fioroni. Salute: Livia Turco. Comunicazioni: Paolo Gentiloni. Università e Ricerca: Fabio Mussi. Lavoro: Cesare Damiano. Solidarietà Sociale: Paolo Ferrero. Ambiente e Tutela del Territorio: Alfonso Pecoraro Scanio. Trasporti: Alessandro Bianchi .
Il Consiglio dei ministri ha nominato 72 tra viceministri (9) e sottosegretari (63). Il ministero con più rappresentanti del governo, tra viceministri e sottosegretari, è l'Economia con 7. Segue gli Esteri con 6.
LA LISTA DEI SOTTOSEGRETARI
- Presidenza del Consiglio: Enrico Letta, Enrico Micheli, Fabio Gobbo, Ricardo Franco Levi .
- Ministero degli Esteri: Famiano Crucianelli, Donato Di Santo, Gianni Vernetti, Vittorio Craxi, Ugo Intini (viceministro), Patrizia Sentinelli (viceministro) .
- Ministero dell'Interno: Graziella Lucidi, Ettore Rosato, Alessandro Paino, Franco Bonato, Marco Minniti (viceministro) .
- Ministero della Giustizia: Luigi Manconi, Alberto Maritati, Daniela Melchiorre, Luigi Scotti, Luigi Rigotti.
- Ministero della Difesa: Luigi Forceri, Emidio Casula, Marco Verzaschi .
- Ministero dell'Economia e delle Finanze: Massimo Tononi, Paolo Cento, Mario Lettieri, Alfiero Grandi, Antonangelo Casula, Vincenzo Visco, Roberto Pinza (viceministro) ;
- Ministero dello Sviluppo economico: Mario Bubbico, Paolo Giaretta, Alfonso Gianni, Sergio D'Antoni (viceministro) ;
- Ministero delle Infrastrutture: Luigi Meduri, Tommaso Casillo, Angelo Capodicasa(viceministro) ;
- Ministero dei Trasporti: Andrea Annunziata, Cesare De Piccoli (viceministro) ;
- Ministero dell'Agricoltura: Guido Tampieri, Stefano Boco ;
- Ministero del Lavoro: Antonio Montagnino, Rosa Rinaldi ;
- Ministero delle Comunicazioni: Luigi Vinercati, Giorgio Calò ;
- Ministero della Salute: Serafino Zuccheli, Antonio Gaione, Giampaolo Patta ;
- Ministero dell' Istruzione: Gaetano Pascarella, Letizia De Torre, Mariangela Bastico (viceministro) .
- Ministero dell'Universitò e Ricerca Scientifica: Luciano Modica, Nando Dalla Chiesa .
- Ministero della Solidarietà Sociale: Franca Donaggio, Cristina De Luca .
- Ministero della Cultura: Elena Montecchi, Andrea Marcucci, Danielle Mazzonis .
- Ministero dell'Ambiente: Piatti Gianni, Bruno Dettori, Laura Marchetti .
- Rapporti con il Parlamento e Riforme Istituzionali: Giampaolo D'Andrea, Paolo Naccarato .
- Riforme ed Innovazione nella Pubblica Amministrazione: Beatrice Magnolfi, Giampiero Scanu .
- Affari Regionali ed Autonomie Locali: Pietro Colonnella .
- Politiche Europee e Commercio Internazionale: Mauro Agostini, Milos Budin .
- Diritti e Pari Opportunità: Donatella Linguiti .
- Sport: Giovanni Lolli, Elidio De Paoli .
- Politiche per la Famiglia: Chiara Acciarini .

Governo Prodi, dieci anni dopo

I toscani al governo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento