Italia
stampa

Immigrazione: le proposte di Sant’Egidio e Chiese evangeliche, «aprire vie legali d’ingresso» e re-introdurre la «sponsorship»

In occasione dell'arrivo a Fiumicino di un gruppo di 35 profughi siriani, all'interno dell'iniziativa dei «corridoi umanitari», Comunità di Sant'Egidio,Federazione delle Chiese evangeliche italiana (Fcei) e Tavola valdese hanno lanciato proposte concrete sul tema dell'immigrazione.

L'arrivo a Fiumicino dei profughi siriani (Foto Sir)

«Aprire con i corridoi umanitari vie legali d’ingresso, facilitare e allargare la possibilità dei ricongiungimenti familiari, prevedere quote annuali d’ingresso per persone che non sono solo alla ricerca di un rifugio ma anche di una vita migliore, re-introdurre la sponsorship nella legislazione italiana e la possibilità di sponsorizzazione anche a livello europeo». Sono queste le «proposte concrete» in materia d’immigrazione che questa mattina Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese evangeliche italiana (Fcei) e Tavola valdese hanno lanciato per «uscire da scontri e polemiche», accogliendo a Fiumicino il 10° gruppo di profughi siriani (35 persone) giunto in Italia grazie ai corridoi umanitari. Ad elencarle è Daniela Pompei, responsabile della Comunità di Sant’Egidio per i servizi agli immigrati, che spiega: «I corridoi umanitari sono una via legale e sicura d’ingresso in Europa. In questo mese di agosto abbiamo sentito molto parlare di chiusura, blocco, respingimenti. Ci siamo preoccupati ma i corridoi umanitari sono la dimostrazione che un’altra via d’ingresso è possibile, alternativa al mare e alternativa anche al traffico degli esseri umani. I corridoi umanitari dimostrano che, grazie alla sinergia tra le istituzioni pubbliche e la società civile, accoglienza e integrazione sono possibili e, dunque, rappresentano un’esperienza positiva e replicabile».

Dal canto suo, a proposito di «sponsorship», Fcei ha aderito all’Iniziativa dei cittadini europei, lanciata dal Migration Policy Group, affinché l’Unione europea definisca una politica migratoria comune che comprenda, tra l’altro, la definizione legale della «private sponsorship» per rifugiati e lavoratori migranti, l’apertura di canali d’accesso legali verso l’Europa, il rafforzamento e la tutela giuridica delle attività di assistenza ai profughi e ai migranti da parte di associazioni umanitarie e di volontariato della società civile.

Fonte: Sir
Immigrazione: le proposte di Sant’Egidio e Chiese evangeliche
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento