Italia
stampa

La rivoluzione del trading online, tra broker e traders

Con il trading online, attraverso i servizi di un broker, ovvero un intermediario finanziario, è possibile fare trading a partire da poche centinaia di euro e senza dover pagare alcuna commissione.

Percorsi: Economia
Operatori di borsa

Il trading online è una possibilità a cui possono accedere tutti da poco più di un decennio. Si tratta, fondamentalmente, dell'abbattimento della barriera tradizionale che escludeva la maggior parte delle persone dal mondo della finanza: investire in borsa prima dell'avvento del trading online, infatti, richiedeva non solo l'avere a disposizione capitali abbastanza significativi (da svariate decine a centinaia di migliaia di euro) per ricavare profitti degni di nota, ma anche la necessità di rivolgersi ad istituti finanziari per poter investire. Il problema degli istituti finanziari ha un nome ben preciso: commissioni.

Con il trading online, attraverso i servizi di un broker, ovvero un intermediario finanziario, è possibile fare trading a partire da poche centinaia di euro e senza dover pagare alcuna commissione!

Il trading online crea una nuova figura professionale

L'investitore professionista non è certo una figura nuova: le più importanti Borse del mondo, infatti, possono vantare secoli di storia. La novità del trading online, invece, sta nella sua capacità di trasformare chiunque in un efficiente trader, capace di orientarsi autonomamente tra i mercati finanziari e vedere i propri investimenti fruttare profitti non diversamente da chi ha optato per una formazione più tradizionale.

Fin dalla sua comparsa, infatti, il trading online è sempre stato accompagnato da guide a tutto tondo per la formazione del trader moderno: nulla è tralasciato, dai tecnicismi del mondo della finanza fino alle teorie di psicologia di marketing e a studi sulle condizioni ottimali in cui il trader deve trovarsi per non commettere errori fatali.

Su Edilbroker.it (importante sito che parla di trading online in Italia) potete trovare una delle migliori risorse didattiche per imparare le basi della materia, basta cliccare qui su - trading online - per andare a consultarle.

Si tratta complessivamente di un periodo di formazione che può variare da un semestre ad un anno, reso particolarmente efficiente dai servizi offerti dai broker.

I servizi offerti dai broker: efficienza e semplicità

I broker, come si è detto, sono piattaforme online attraverso cui potete investire sui vari mercati che compongono il mondo della finanza, non solo azioni ma anche materie prime, Forex e criptovalute.

I migliori broker, quelli da ritenere affidabili e garantiti, mettono gratuitamente a disposizione degli utenti due fondamentali strumenti di formazione:

Materiale formativo, come video-lezioni, consulenza professionale ed e-book su tutto ciò che risulta essere indispensabile a fare trading online: rudimenti di economia, psicologia di marketing, teorie finanziarie, etc.;

Account demo, ovvero un simulatore di trading online, attraverso il quale potrete mettere in pratica passo dopo passo le conoscenze ottenute senza rischiare inutilmente di perdere i vostri soldi;

Solo dopo aver accumulato ore di studio e di pratica su questi strumenti potete considerarvi pronti a iniziare ad investire soldi veri. Si tratta di un percorso completamente autogestito: dedizione, passione e tempo dedicato saranno interamente rimessi alla vostra libera scelta.

Regolamentazione e garanzie per gli utenti

Si tratta di un aspetto fondamentale in quanto non solo la regolamentazione vi permetterà di identificare un broker affidabile da uno, invece, poco trasparente e sospetto, ma ciò tutelerà i vostri interessi in caso di fallimento del broker. Per essere registrato presso le autorità competenti, infatti, ogni broker deve mettere a disposizione degli utenti un fondo di garanzia in modo che, nel malaugurato caso di fallimento, i loro soldi non vadano persi.

Le autorità competenti più importanti sono la ESMA (European Security and Markets Authority) in Europa, la Cysec di Cipro (molti dei broker sono, infatti, ciprioti) e la Consob in Italia. Esse si occupano di varare regolamentazioni che impongano ai broker restrizioni su strumenti finanziari considerati troppo rischiosi per gli utenti (come le opzioni binarie, proibite dal 2018) e di stabilire uno standard per i servizi offerti in modo tale che i diritti dei consumatori e degli utenti vengano sempre rispettati.

In definitiva, la rivoluzione del trading online sta contribuendo ad accorciare enormemente la distanza che separa la maggior parte della popolazione dal cuore pulsante della finanza contemporanea.

Fonte: Comunicato stampa
La rivoluzione del trading online, tra broker e traders
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento