Italia
stampa

MANOVRA ECONOMICA: UNCI, COLPITE «LE FASCE PIÙ DEBOLI DELLE CATEGORIE PRODUTTIVE»

Parole chiave: economia (250), lavoro (615), cooperative (17)

Un provvedimento “triste” perché “colpisce le fasce più deboli delle categorie produttive e, indirettamente, anche tutti coloro, ancora più disagiati, che di tali servizi, in latitante assenza dell'intervento statale, usufruiscono: anziani, svantaggiati, immigrati”. L'Unione nazionale cooperative italiane (Unci – www.unci.eu ) lamenta come gli aggravi fiscali alle cooperative, previsti al momento nella manovra economica, si ripercuotano sull'“unico modello d'impresa solidaristica che per stare sul mercato si autoriduce sempre più i salari”. Secondo l'Unione delle cooperative “per un vero rilancio della crescita si sarebbe potuto fare proprio l'opposto: cioè estendere la possibilità oggi in capo alle cooperative anche ad altre tipologie d'impresa, con effetti senz'altro positivi e forse sorprendenti. E questo – aggiunge – la cooperazione l'ha dimostrato perché è l'unico comparto produttivo che ha saputo incrementare il livello occupazionale del Paese. Capace di creare lavoro dal lavoro e produrre ricchezza”. Un modello d'impresa, inoltre, “fortemente legato al territorio” e non “delocalizzabile”. Ma per un tale intervento, conclude l'Unci, ci sarebbero voluti “coraggio e fiducia nelle capacità di risposta del Paese”. (Sir)

MANOVRA ECONOMICA: UNCI, COLPITE «LE FASCE PIÙ DEBOLI DELLE CATEGORIE PRODUTTIVE»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento