Italia
stampa

Maltempo: Coldiretti, «ha colpito l'agricoltura con danni che superano i 150 milioni di euro»

Italia sconvolta dalla perturbazione che ha portato piogge torrenziali, allagamenti, devastazioni per il vento forte, mareggiate e che ha causato almeno 12 morti in varie parti del Paese. Coldiretti stima in almeno 150 milioni i danni all'agricoltura.

Effetti dle maltempo

L'ondata di maltempo che ha travolto l'Italia da domenica 28 ottobre con piogge torrenziali, mareggiate con onde alte sino a 10 metri e venti che hanno raggiunto punte di 180 chilometri orari, trombe d'aria, corsi d'acqua esondati e i grandi fiumi - soprattutto quelli del Triveneto - sotto stretta sorveglianza. Pesano soprattutto le 12 vittime, registrate in varie parti d'Italia. In 48 ore i 5.800 vigili del fuoco impegnati nell'emergenza hanno compiuto più di 7mila interventi per allagamenti, smottamenti e rimozione di alberi caduti, soprattutto in Toscana, Lazio, Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Liguria. In quest'ultima regione, una delle più colpite,  20mila persone sono rimaste senza energia elettrica e l'aeroporto di Genova è stato chiuso per la pista resa impraticabile dai detriti. Devastati i porti di Rapallo e Portofino, dove è interrotta anche la strada di accesso.

«Raffiche di vento, nubifragi, esondazioni, trombe d'aria e grandinate hanno colpito pesantemente l'agricoltura con danni che superano i 150 milioni di euro tra ulivi secolari sradicati, coltivazioni distrutte, semine perdute, campi allagati, muri crollati, serre distrutte, stalle ed edifici rurali scoperchiati, ma anche problemi alla viabilità provocati da frane e smottamenti». È quanto emerge dal primo bilancio sugli effetti della violenta ondata di maltempo stilato dalla Coldiretti che chiede nei territori colpiti di attivare subito la procedura per la verifica dei danni e la richiesta dello stato di calamità.

«Il maltempo - sottolinea Coldiretti - ha colpito le campagne lungo tutta la Penisola dalla Sardegna alla Puglia, dalla Liguria al Veneto, dalla Toscana alla Lombardia, dal Friuli alla Calabria alla Sicilia, dal Lazio all'Emilia, dal Piemonte alla Campania, dopo un autunno asciutto in cui a settembre sono cadute addirittura il 61% in meno di precipitazioni rispetto alla media storica, con i terreni secchi che hanno amplificato il rischio idrogeologico». «La tendenza alla tropicalizzazione - evidenzia l'associazione - si abbatte su un territorio reso più fragile dall'abbandono forzato dell'attività agricola in molte aree interne, con la presenza in Italia di 7.275 Comuni complessivamente a rischio frane e alluvioni, il 91,3% del totale», secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ispra.

Fonte: Sir
Maltempo: Coldiretti, «ha colpito l'agricoltura con danni che superano i 150 milioni di euro»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento