Italia
stampa

SCUOLE MATERNE, FISM: «LA FINANZIARIA 2006 RIMEDI A SITUAZIONE PUNITIVA PER CHI SCEGLIE LE SCUOLE PARITARIE»

"La legge finanziaria per il 2006 è l'occasione, non rinviabile, per il Governo, di rimediare a una situazione punitiva per le famiglie che scelgono la scuola dell'infanzia paritaria": è la dichiarazione di Luigi Morgano, segretario nazionale della Federazione italiana scuole materne (Fism), secondo il quale "non è giusto che quanti si rivolgono alle scuole dell'infanzia paritarie, che rappresentano complessivamente il 42% del settore (oltre 8mila scuole), continuino ad essere ostacolati e penalizzati nella loro scelta. Poiché queste scuole - prosegue Morgano - in ragione del pubblico servizio reso, fanno parte del sistema nazionale d'istruzione, come riconosciuto dalla legge 62/2000, non ci sarà effettiva parità fino a quando le famiglie e le insegnanti non riceveranno lo stesso trattamento previsto per le famiglie e le insegnanti delle scuole statali".

Nel testo, diffuso oggi, si aggiunge che è molto alto il gradimento per queste scuole (56,8% tra "molto" e "moltissimo soddisfatti") e che "la presenza e il servizio reso dalle scuole Fism ha consentito da sempre allo Stato enormi risparmi, come è agevole verificare confrontando i costi di esercizio delle scuole dell'infanzia statali". Tra le annotazioni della Fism: i ritardi con cui lo Stato eroga i contributi, "al limite della tollerabilità".
Sir

SCUOLE MATERNE, FISM: «LA FINANZIARIA 2006 RIMEDI A SITUAZIONE PUNITIVA PER CHI SCEGLIE LE SCUOLE PARITARIE»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento