Italia
stampa

Silvia Romano libera: rilasciata in Somalia la volontaria rapita nel 2018 in Kenya

Silvia Romano, la volontaria milanese di 25 anni rapita in Kenya il 20 novembre del 2018, è stata liberata. “Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l’ora di ritornare in Italia”. Queste le prime parole di Silvia, liberata a 30 chilometri da Mogadiscio, in un’operazione dell’intelligence scattata la notte scorsa. Il rientro in Italia è previsto per domani alle 14 a Ciampino.

Percorsi: cronaca
Silvia Romano

A dare la notizia della liberazione della ragazza è stato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Silvia Romano è stata liberata”, ha annunciato il premier in un post sui suoi profili Twitter e Facebook. “Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia ti aspettiamo in Italia!”, ha aggiunto Conte. 

“Ci sono tante notizie che possono farci felici. Pochissime, però, ci riempiono di gioia come l’annuncio della liberazione di Silvia Romano a un anno e mezzo dal sequestro mentre era in Kenya a fare del bene e ad aiutare i bambini bisognosi”. Lo ha scritto in un post sul suo profilo Facebook il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. “Un grazie alle operatrici e agli operatori dei nostri Servizi, che non si sono arresi mai!”.

“La notizia della liberazione di Silvia Romano è motivo di grande gioia per tutti gli italiani”. Lo ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Invio un saluto di affettuosa solidarietà a Silvia e ai suoi familiari, che hanno patito tanti mesi di attesa angosciosa”, ha aggiunto il capo dello Stato, che ha poi espresso “riconoscenza e congratulazioni agli uomini dello Stato che si sono costantemente impegnati, con determinazione e pazienza, tra tante difficoltà, per la sua liberazione”. E ha concluso: “Bentornata, Silvia”.

“È una notizia che ci riempie di gioia e che condividiamo con la famiglia di Silvia e tutti i suoi amici: i volontari e il mondo della cooperazione rappresentano una delle parti migliori dell’Italia”. È il commento di Andrea Riccardi alla liberazione di Silvia Romano in Somalia. “I cooperanti – ha precisato il fondatore della Comunità di Sant’Egidio ed ex ministro della Cooperazione internazionale – non sono eroi solitari, ma uomini e donne – in maggioranza donne – che portano dentro di sé volti, storie, universi e li trasmettono. Sono la parte migliore del nostro Paese perché si dedicano con generosità agli ultimi e costruiscono il futuro dell’Italia nel mondo globalizzato”.

“Silvia Romano libera è una gioia immensa. Oltre un anno mezzo in attesa di una notizia come questa, da quel novembre che la vide sparire in Kenya”. Lo ha dichiarato Guglielmo Micucci, direttore generale di Amref Health Africa in Italia. “Era lì come tanti giovani e operatori – ha ricordato Micucci – per servire e, magari, cercare la sua strada, accanto a comunità più svantaggiate. Era lì perché immaginiamo avesse l’Africa nel cuore. Ci auguriamo che stia bene, che possa tornare a guardare il mondo con fiducia. Di coraggio ne ha avuto. Siamo stati in silenzio, anche se avremmo voluto gridare ogni giorno per la sua liberazione, ma oggi no. Oggi è immensa la gioia”. Micucci ha concluso: “Grazie a tutte le istituzioni per questo grande risultato. Il nostro pensiero va alla famiglia di Silvia e a lei. Torna e continua ad essere libera. Sempre”.

Fonte: Sir
Silvia Romano libera: rilasciata in Somalia la volontaria rapita nel 2018 in Kenya
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento