Italia
stampa

Tav: Commissione Ue, se i fondi non saranno utilizzati potrebbero essere investiti in altri progetti europei

Un portavoce della Commissione europea ha affermato oggi che se ci dovessero essere ritardi prolungati per la costruzione della Tav Lione-Torino all'Italia potrebbero essere richiesti indietro anche i contributi già versati.

Commissione europea

(Bruxelles) Le «incertezze» dimostrate dal governo italiano sulla realizzazione della Tav potrebbero mettere a rischio i fondi stanziati per i lavori dall'Unione europea. La posizione è trapelata oggi durante la conferenza stampa al palazzo Berlaymont, sede della Commissione a Bruxelles. Un portavoce dell'esecutivo ha infatti affermato: «non possiamo escludere, se ci dovessero essere ritardi prolungati, di chiedere all'Italia i contributi già versati per la Tav». In tal caso si profilerebbe il pericolo «che, se i fondi non sono impiegati, possano essere allocati ad altri progetti europei». La realizzazione della linea ferroviaria Torino- Lione non richiede, fra l'altro, una nuova valutazione dei costi e benefici, avviata dal governo di Roma. Tale analisi «non è stata richiesta dalla Commissione europea».

Fonte: Sir
Tav: Commissione Ue, se i fondi non saranno utilizzati potrebbero essere investiti in altri progetti europei
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento