Italia
stampa

Terremoto. Protezione civile: 3.702 casette consegnate in Centro Italia

La Protezione civile, in una nota, fa il punto sui lavori per realizzare le Soluzioni abitative di emergenza nei Comuni del Centro Italia colpiti dal terremoto lo scorso anno. 58 le aree in cui i lavori sono completati.

Moduli abitativi ad Arquata

«Proseguono i lavori per la realizzazione delle Sae- Soluzioni Abitative di Emergenza - nei territori colpiti dal terremoto. Ad oggi - dichiara il Dipartimento di Protezione civile in un comunicato - sono stati completati i lavori in 58 aree e sono state consegnate ai sindaci 1.103 casette, di cui 624 nel Lazio (436 ad Amatrice, 188 ad Accumoli) 264 in Umbria (Cascia e Norcia), 214 nelle Marche (ad Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Monte Cavallo, Muccia e Pieve Torina) ed una a Torricella Sicura (TE)».

«Secondo i dati forniti dalle quattro Regioni colpite - analizza la nota - sono complessivamente 3.702 le Sae ordinate per i 50 comuni che ne hanno fatto richiesta. In particolare, la regione Abruzzo ha ordinato 250 Sae da installare tra i tredici Comuni interessati; nella regione Lazio sono 826 gli ordinativi per i sei Comuni più colpiti dai terremoti; la regione Marche ha ordinato 1.843 soluzioni abitative per i ventinove Comuni che ne hanno segnalato l'esigenza e, infine, la regione Umbria ha richiesto 783 soluzioni abitative di Emergenza per tre Comuni: Norcia, Preci e Cascia. Attualmente sono in corso lavori in 126 aree». «Sul sito istituzionale del Dipartimento- conclude il comunicato- è possibile consultare la mappa interattiva sullo stato di avanzamento dei lavori di installazione delle Sae». 

Fonte: Agenzia Dire
Terremoto. Protezione civile: 3.702 casette consegnate in Centro Italia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento