Italia
stampa

Terzo settore: mons. Malpelo (Cei), “riforma interessante, ponderare rischi di compromissione dell’autonomia dell’ente ecclesiastico”

“Offrire una prima riflessione, a seguito dell’approvazione di alcuni provvedimenti attuativi della Riforma del Terzo settore, sulle reali e concrete ricadute giuridiche ed economiche sugli enti ecclesiastici”. Questo l’obiettivo indicato da mons. Roberto Malpelo, sottosegretario della Cei e direttore dell’Ufficio per i problemi giuridici, presentando il convegno online “Enti ecclesiastici e Riforma del Terzo Settore”, in programma l’11 dicembre. 

Terzo settore

“L’assetto normativo che lo Stato ha riservato agli enti del Terzo settore tocca, infatti, non marginalmente anche la vita delle comunità ecclesiali e l’impegno dei singoli fedeli, offrendo opportunità ma anche qualche rischio”.

Nella sua disamina, il sottosegretario Cei evidenzia che “la Riforma se da un lato consente agli enti ecclesiastici a determinate condizioni di svolgere alcune attività secondo un regime fiscale di favore dall’altra comporta una serie di adempimenti e vincoli che sembrano scontrarsi con l’autonomia organizzativa e gestionale riconosciuta agli enti ecclesiastici”.

“Occorre, pertanto, guardare con attenzione a tutte le opportunità che si possono dischiudere da una riforma sicuramente interessante, ma al tempo stesso ponderare i rischi di una compromissione dell’autonomia dell’ente ecclesiastico”. In questa prospettiva, il convegno costituisce “un’occasione per approfondire le più recenti novità normative della Riforma e condividere le problematiche più rilevanti connesse con la peculiare disciplina e natura degli enti ecclesiastici”.

Fonte: Sir
Terzo settore: mons. Malpelo (Cei), “riforma interessante, ponderare rischi di compromissione dell’autonomia dell’ente ecclesiastico”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento