Italia
stampa

UNIONE EUROPEA, RAPPORTO EUROSTAT: INTERNET PRESENTE IN UNA CASA SU DUE

Nell'Unione europea “oltre la metà delle abitazioni dispone di un accesso a internet” e il dato è in continua crescita: è il primo elemento che emerge dal Rapporto sull'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione reso noto oggi da Eurostat, l'ufficio statistico della Comunità europea. Precisamente, alla fine di marzo 2006 il 52% delle famiglie dei paesi aderenti aveva la possibilità di utilizzare internet in casa; nel marzo 2005 lo stesso dato era al 48%. La disponibilità della banda larga, che consente una connessione più rapida, riguarda un terzo delle abitazioni private. Per quanto attiene le imprese, “il 94% di esse dispone di almeno 10 dipendenti con accesso a internet”. Sulla frequenza dell'utilizzo di internet, Eurostat rivela che “il 47% dei privati cittadini vi fa ricorso almeno una volta alla settimana”. Nel rapporto diffuso a Bruxelles, che dedica attenzione anche al commercio elettronico, alle competenze informatiche e ai servizi pubblici on-line, è presente una “classifica per Stati”: “La percentuale più elevata – vi si legge – di case che hanno accesso a internet si registra nei Paesi Bassi (80%), in Danimarca (79%) e in Svezia (77%)”. In fondo alla classifica si trovano invece Grecia (23%), Slovacchia (27%), Ungheria (32%), Lituania e Portogallo (35%).

I paesi nordici sono ai primi posti in Europa per quanto riguarda l'utilizzo di internet fra i privati cittadini. Nel Rapporto sull'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, diffuso da Eurostat (ufficio statistico della Comunità), si legge infatti: “Nel primo trimestre 2006 la più elevata proporzione di privati che utilizzano regolarmente internet è stata riscontrata in Svezia (80%)”, seguita da Danimarca, Paesi Bassi, Finlandia. In fondo alla graduatoria si collocano Grecia, Cipro, Italia e Portogallo. A metà classifica sono invece presenti, sempre secondo i dati Eurostat, Germania, Regno Unito, Estonia, Austria. “Nell'Ue a 25 una percentuale maggiore di uomini rispetto alle donne” fa ricorso con regolarità alla rete web, valore che si conferma in tutti i paesi, anche se con significativi scostamenti tra uno Stato e l'altro. Infine, Eurostat pone in evidenza un elemento già noto e cioè che “i principali utenti della rete sono i giovani fra i 16 e i 24 anni” (tre su quattro usano regolarmente internet), rispetto agli adulti (54%) e agli anziani (20%).
Sir

UNIONE EUROPEA, RAPPORTO EUROSTAT: INTERNET PRESENTE IN UNA CASA SU DUE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento