Mondo

Mondo stampa

“Due neonati sono deceduti per mancanza di cure, ma sono più di 50 i bambini malati di cancro che rischiano di perdere la vita perché non possono più accedere alle terapie oncologiche, interrotte a causa della crisi Covid”: questa la denuncia di Save the Children, in seguito all’annuncio dei piani di Israele di annettere parti della Cisgiordania che, si legge in un comunicato, “ha ridotto le possibilità, già estremamente limitate, di ottenere l’autorizzazione per lasciare Gaza per chi ha bisogno di cure salvavita, a causa della fine del coordinamento tra funzionari israeliani e palestinesi”.

“24 giugno, un giorno di lutto e di sofferenza per tutta l’ortodossia”. Comincia così, con questa scritta, un video pubblicato oggi sul sito di informazione ortodossa “OrthodoxTimes” nel giorno in cui a Istanbul si sta svolgendo la prima preghiera islamica a Santa Sofia, dopo la riconversione due settimane fa da museo a moschea del monumento simbolo di Istanbul. 

Alla vigilia della cerimonia ufficiale di conversione della basilica di Santa Sofia in moschea che si terrà a Istanbul il 24 luglio, in occasione delle preghiere del venerdì, arrivano le prime importanti reazioni anche dal mondo musulmano. La voce più autorevole è quella di Mohamad Abdel Salam, segretario generale dell’Alto Comitato per la Fratellanza umana (Higher Committee of Human Fraternity, Hchf), consigliere speciale del grande imam di al Azhar, Ahmed Al-Tayeb, e consigliere speciale del Consiglio musulmano degli anziani. 

A fine mattinata il fuoco divampato alle 7.40 di questa mattina all’interno della storica cattedrale di Nantes, cittadina del nord-ovest della Francia, è stato domato. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro. Anche la diocesi conferma danni importanti alla struttura: il grande organo, il rosone del XVI secolo, il coro e l’organo del coro.