Mondo
stampa

Brexit, vescovi anglicani: no a divisioni ed eccessi; uscirne e ritrovare l’unità

«Negli ultimi giorni, è stato inaccettabile l’uso delle parole, sia nei dibattiti sia fuori dal Parlamento. Dovremmo parlare con gli altri con rispetto. E dovremmo anche ascoltare». I vescovi della Chiesa d’Inghilterra prendono la parola, nei giorni in cui la tensione si acuisce in Gran Bretagna attorno al Brexit.

Parole chiave: Brexit (92)
Brexit (Foto Sir)

In una dichiarazione esplicitano il loro «rispetto per il referendum del giugno 2016» e «la convinzione che il risultato dovrebbe essere onorato» e invitano all’ascolto, soprattutto dei «poveri, degli emarginati e di coloro le cui voci spesso non sono ascoltate». Sollecitano a non «denigrare, ridicolizzare o ignorare le opinioni oneste di concittadini». Ai politici chiedono di «aderire rigorosamente allo stato di diritto», a tutti «di rispettare e difendere l’imparzialità dei tribunali e della nostra magistratura». Sono preoccupati anche per «la struttura e la costituzione del Regno Unito», la cui eventuale modifica «dovrebbe avvenire attraverso un’attenta pianificazione e consultazione», scrivono.

«È facile cadere nella divisione e nell’eccesso; uscirne e ritrovare l’unità richiede molto più tempo», si legge ancora nella dichiarazione in cui si afferma: «rafforzare ulteriormente le nostre divisioni, per incertezza o per partigianeria, non è degno del nostro Paese né della leadership di cui ora abbiamo bisogno». Poiché l’esperienza ha insegnato «i pericoli della divisione», conclude la dichiarazione», occorre «trovare modi migliori per agire».

Fonte: Sir
Brexit, vescovi anglicani: no a divisioni ed eccessi; uscirne e ritrovare l’unità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento