Mondo
stampa

CORNO D'AFRICA: UNHCR, MIGLIORA SITUAZIONE IN ETIOPIA, ANCORA GRAVE IN SOMALIA

Percorsi: Mondo
Parole chiave: siccit (43), corno d'africa (14), africa (788), unhcr (22)

Migliora nei campi dell'area di Dollo Ado, in Etiopia, la fornitura dei servizi sanitari e di nutrizione da parte dell'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) in collaborazione con le agenzie partner. A renderlo noto è lo stesso Unhcr, informando che “la campagna di vaccinazione contro il morbillo, completata due settimane fa, ha avuto come risultato la netta diminuzione di nuovi casi e di decessi correlati”, e “team medici mobili stanno raggiungendo molte famiglie che in precedenza non avevano accesso ai servizi medici”. Nel campo di Kobe si è registrata una progressiva riduzione del tasso di mortalità, che attualmente viene stimato in 2,1 decessi al giorno ogni 10.000 persone, mentre solo poche settimane fa era compreso tra 4 e 5 decessi giornalieri ogni 10.000 persone. Quando sei settimane fa ha aperto il più nuovo campo dell'Etiopia - quello di Hilaweyn - il tasso complessivo di malnutrizione tra i bambini e ragazzi rifugiati nuovi arrivati era del 66%. Adesso è sceso al 47%. In tutti i campi di Dollo Ado il tasso complessivo si attesta al 35% poiché i programmi di alimentazione nutrizionale per bambini sono riusciti a raggiungere i casi più vulnerabili. L'Unhcr continua tuttavia a svolgere questi programmi “poiché il tasso di malnutrizione è ancora alto, in particolare tra i bambini con meno di 2 anni”.
Ogni giorno, prosegue l'Unhcr, “mediamente 300 somali continuano ad attraversare il confine per recarsi a Dollo Ado dalle aree di Bay, Gedo and Bakool”. I nuovi arrivati riferiscono che le condizioni in Somalia sono ancora precarie: la maggior parte del bestiame è morto e il cibo è difficile da reperire. Sono in fuga dal conflitto e dalla violenza che continuano a imperversare. A preoccupare l'agenzia Onu è l'incidenza di diarrea e morbillo tra gli sfollati a Mogadiscio. Allarmanti i tassi di mortalità tra i bambini con meno di 5 anni: 15,43 decessi al giorno ogni 10.000 persone in agosto e 14,09 in luglio. Anche il tasso di malnutrizione è aumentato. L'Unhcr ha intrapreso una serie di missioni volte a verificare la situazione in alcuni degli oltre 180 accampamenti di fortuna della capitale somala nei quali è stata effettuata la distribuzione di aiuti d'emergenza. L'agenzia Onu intende “effettuare fino a 10 missioni ‘fact-finding' a settimana negli insediamenti di sfollati”, tuttavia fa sapere di non avere ancora accesso a molte aree della città “nonostante la situazione della sicurezza a Mogadiscio sia parzialmente migliorata”. (Sir)

CORNO D'AFRICA: UNHCR, MIGLIORA SITUAZIONE IN ETIOPIA, ANCORA GRAVE IN SOMALIA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento