Mondo
stampa

Ecuador: elezioni presidenziali. I vescovi chiedono trasparenza e tempestività nello scrutinio

In una nota i vescovi dell'Ecuador chiedono trasparenza e rapidità nello scrutinio in corso per le presidenziali.

Percorsi: Ecuador
Manifestazioni a Quito (Fot5o Sir)

«I risultati finali di ogni elezione popolare devono sempre riflettere la virtù della giustizia e il valore della trasparenza. Le istituzioni politiche sono chiamate a garantire tali virtù e a rafforzare la fiducia, base fondamentale di ogni convivenza civile e di un vero e proprio ordine democratico. Anche in questi giorni, proprio queste restano le giuste aspirazioni del popolo ecuadoriano, che non vuole vedersi defraudato». Lo scrivono in una nota i vescovi dell’Ecuador con riferimento alle elezioni presidenziali e, in particolare, alle lentezze e alla poca trasparenza delle operazioni di scrutinio, non ancora concluso a tre giorni dal voto. La Conferenza episcopale ecuadoriana «desidera in particolare fare appello alle autorità elettorali e a tutti i cittadini a collaborare, affinché la verità si veda democraticamente riflessa nella pubblicazione tempestiva degli attesi risultati di queste elezioni importanti, attraverso le quali si è espressa la volontà politica dei cittadini ecuadoriani».

Intanto, mentre proseguono manifestazioni nelle principali città, lo scrutinio ufficiale prosegue lentamente. Al 96% delle schede scrutinate il candidato della sinistra Lenín Moreno è al 39,26%, appena sotto la soglia del 40% che gli consentirebbe di vincere al primo turno. Il ballottaggio con l’ex banchiere liberista Guillermo Lasso (28,31%) è dunque sempre più probabile.

Fonte: Sir
Ecuador: elezioni presidenziali. I vescovi chiedono trasparenza e tempestività nello scrutinio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento