Mondo
stampa

Infanzia: Unicef, 59 milioni di bambini a rischio. Appello record, «servono 4,2 miliardi di dollari nel 2020»

L'Unicef ha lanciato oggi il suo appello di emergenza di 4,2 miliardi di dollari per il 2020 per raggiungere 59 milioni di bambini con aiuti salvavita in 64 Paesi nel mondo. È il più grande appello ai donatori mai fatto, superiore di 3,5 volte rispetto ai fondi richiesti nel 2010. 

Bambini (Foto Sir)

«Oggi il numero di bambini che hanno bisogno di assistenza, da quando ne teniamo traccia, è il più grande di sempre: 1 bambino su 4 vive in Paesi colpiti da conflitto o disastro», ha dichiarato Henrietta Fore, direttore generale Unicef. «Un numero storico di bambini costretti a lasciare le proprie case necessita urgentemente di protezione e supporto. I conflitti restano le cause principali, oltre a fame, malattie infettive ed eventi metereologici estremi legati al cambiamento climatico, che costringono altri milioni di persone a cercare aiuti salvavita».

I 5 più ampi appelli sono per i rifugiati siriani e le comunità ospitanti in Egitto, Giordania, Libano, Iraq e Turchia (864,1 milioni di dollari), Yemen (535 milioni di dollari), Siria (294,8 milioni di dollari), Repubblica Democratica del Congo (262,7 milioni di dollari) e Sud Sudan (180,5 milioni di dollari). 

Nel 2020 l'UNICEF intende curare da malnutrizione acuta grave 5,1 milioni di bambini; vaccinare contro il morbillo 8,5 milioni di bambini; fornire accesso ad acqua potabile, per uso domestico e per l'igiene personale a 28,4 milioni di persone; assicurare accesso a supporto per la salute mentale e psicosociale a 4,5 milioni di bambini e alle persone che se ne prendono cura; fornire accesso a interventi di risposta, prevenzione o contenimento dei rischi legati alla violenza di genere per 1,4 milioni di bambini e donne; fornire accesso all'istruzione formale e non formale, compresi programmi di istruzione per i bambini molto piccoli, per 10,2 milioni di bambini; raggiungere con assistenza in denaro 1,7 milioni di persone; coinvolgere attraverso progetti di sensibilizzazione per lo sviluppo/partecipazione delle comunità 49 milioni di bambini e adulti a rischio.

Nel 2019, i fondi flessibili hanno consentito all'Unicef di rispondere a un consistente aumento di insicurezza e sfollamento in Burkina Faso e Mali, due Paesi per i quali gli appelli di emergenza erano stati finanziati per meno di un quinto. Nei primi 8 mesi del 2019, l'Unicef e i suoi partner hanno raggiunto circa 51 milioni di persone, compresi 29 milioni di bambini.

Fonte: Sir
Infanzia: Unicef, 59 milioni di bambini a rischio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento