Mondo
stampa

Terremoto Croazia, dopo la scossa del 29 dicembre: 38.223 edifici lesionati, 5683 inagibili

Terremoto in Croazia: 38.223 gli edifici lesionati. Ispezioni in corso, ad oggi sono 5.683 le strutture inagibili.

Terremoto Croazia, dopo la scossa del 29 dicembre: 38.223 edifici lesionati, 5683 inagibili

Secondo dati pubblicati oggi dal Centro ingegneristico croato per i terremoti, dopo valutazioni rapide condotte da ingegneri volontari dello stesso Centro, su 15.450 edifici ispezionati nel cratere sismico, ben 5.683 hanno ricevuto il codice rosso o giallo. Si tratta di edifici inagibili in modo permanente (rosso) o temporaneo (giallo). Le strutture che hanno ricevuto il codice rosso o giallo, secondo quanto riferito dal Centro, dovranno ora essere valutate attraverso una analisi statica approfondita. Ad oggi, il numero complessivo di edifici potenzialmente danneggiati segnalati al Centro e che dovranno essere valutati ammonta complessivamente a 38.223, di cui 15.450 sono quelli finora valutati. La maggior parte delle strutture inagibili si trova nell’area di Petrinja, epicentro del terremoto del 29 dicembre scorso.

Fonte: Sir
Terremoto Croazia, dopo la scossa del 29 dicembre: 38.223 edifici lesionati, 5683 inagibili
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento