Opinioni & Commenti

Opinioni & Commenti stampa

Lorenzo Orsetti, il fiorentino che è stato ucciso combattendo con i curdi contro l’Isis in Siria, è stato definito un «eroe». Ma pur nel rispetto della sua scelta e nella vicinanza a familiari ed amici di questo giovane che ha perso la vita, ci possiamo chiedere cosa significa oggi essere un «eroe»?.

In Italia una legge sullo ius soli c'è dal 1992, ma è chiaramente superata. Il caso dei due ragazzi Rami e Adam, che hanno «salvato» con la loro prontezza una cinquantina di coetanei, riapre il dibattito. A guardarla con occhi liberi da schemi ideologici, la necessità di considerare italiani ragazzi che sono nati nel nostro Paese, che parlano italiano con l’accento di uno dei nostri tanti dialetti e magari vorrebbero diventare carabinieri come Rami e Adam, appare in tutta evidenza un fatto di equità e di civiltà.

Toscana Oggi, il settimanale delle Diocesi toscane, festeggia i 35 anni di vita. Erede di una lunga tradizione, si è trasformato in questi anni diventando multimediale, con la testata on line, la app, il canale youtube, la presenza sui social e la collaborazione con le tv cattoliche. Stasera a Firenze, la festa in Palazzo Pucci.

Il 19 marzo, in occasione della festività di San Giuseppe, si celebra la festa del papà, o del babbo come si dice in Toscana. A prescindere dalla tendenza consumistica che sempre più negli ultimi tempi ha caratterizzato questa festa, si tratta comunque di un momento in cui è possibile ringraziare il proprio padre e riconoscere il valore della sua presenza. Non è scontato che ciò avvenga.

Accenni di «indecisionismo» si erano visti a Taranto, a proposito dell'Ilva, che non è stata chiusa come promesso in campagna elettorale. Ne è nato un mal di pancia in casa 5Stelle e un altro si è aggiunto con la prosecuzione dei lavori del Gasdotto Tap fortemente osteggiato dal Movimento in Puglia. Sulla Tav il rischio di distacco da parte dell'elettorato storico è ancora maggiore e pur di evitarlo il Movimento 5Stelle ha accentuato le distanze dal mondo dell'economia...

Nei codici etici di noi giornalisti c’è anche che non si deve scrivere troppo di suicidi. La ratio (limitare i fenomeni imitativi) è logica e comprensibile, però il punto non mi ha mai del tutto convinto. Ma non c’è scritto nulla, in quei codici, sui drammatici casi, di omicidio/suicidio, che talvolta si trovano nelle nostre cronache. Riguardano persone anziane e spesso molto malate. Talvolta molto sole.