Opinioni & Commenti
stampa

Una manifestazione sulla famiglia che rischia di colorarsi di un solo colore

Si apre domani a Verona il Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families, WCF), un evento che ha già fatto molto discutere per il patrocinio (prima dato e poi ritirato) del governo giallo-verde e per l'appropriazione che se ne è fatta una certa parte politica.

Un manifesto del Congresso di Verona

«Nella delicata situazione del mondo odierno, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un’importanza e una missione essenziali. È necessario riscoprire il disegno tracciato da Dio per la famiglia, per ribadirne la grandezza e l’insostituibilità a servizio della vita e della società». Lo ha detto il Papa nel suo pellegrinaggio a Loreto, lunedì 25 marzo, festa dell’Annunciazione, ribadendo un concetto che tutti i cattolici condividono, o dovrebbero condividere, pur nella consapevolezza di come siano cambiate le forme di convivenza.

Qualche ora dopo, il leader della Lega e vice premier Matteo Salvini, nell’ambito di una conferenza stampa sulle elezioni in Basilicata, ha fatto proprie queste parole per una legittimazione della sua annunciata partecipazione all’incontro sulla famiglia in programma a Verona. Si tratta di una strumentalizzazione bella e buona, da parte di Salvini, che non fa altro che alimentare la confusione su una iniziativa condivisibile nella sostanza, ma non negli accenti e comunque non riconducibile al mondo cattolico in quanto tale.

Non è un caso che tra gli organizzatori figurino sigle e persone dichiaratamente non cattoliche. E non è un caso che ad esempio il Forum delle associazioni familiari non c’entri nulla con l’organizzazione. L’impressione, a questo punto, è che la manifestazione veronese, dopo che anche il Governo giallo-verde ha ritirato il patrocinio, finisca per colorarsi di un solo colore, quello verde della Lega. Eppure, come ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, la famiglia è una realtà fondamentale che anche partendo da sensibilità diverse dovrebbe vederci uniti e non essere terreno di scontro: «Avremmo preferito uno stile diverso da parte di tutti». E, aggiungiamo noi, anche meno bandierine politiche.

A.F.

Il sito ufficiale del congresso

Una manifestazione sulla famiglia che rischia di colorarsi di un solo colore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento