Bach e la Bibbia
stampa

Correspondierende Societät

Nel 1747, anno in cui il numero 14 compare due volte, Bach venne accolto come quattordicesimo membro della «Correspondierende Societät, der musicalischen Wissenschaften», un organismo accademico nato sull’onda di una pubblicazione periodica Neue Eröffnete musikalische Bibliothek…, organo ufficiale della Societät. 

Percorsi: Musica

Erano ammessi musicisti teorici o pratici, ma altresì esperti di filosofia e matematica. Era necessario presentare un lavoro teorico o pratico, versare 2 talleri annuali, mantenersi in corrispondenza e inviare almeno una volta l’anno una comunicazione scientifica (esentati gli over 65). Ciascun membro doveva fornire il proprio ritratto a olio, e veniva inviato a ricordarsi della Societät in occasione della stesura del proprio testamento. Non vi fu mai un presidente, e le funzioni furono esercitate dal segretario, che corrispondeva anche al nome di Lorenz Christoph Mizler, uno dei tre fondatori, nella cui casa aveva sede l’organismo (gli altri fondatori erano Giacome de Lucchesini e Georg Heinrich Bümler). Venti furono i soci ammessi, l’ultimo dei quali Leopold Mozart, padre di Wolfgang.

Bach presentò il ritratto fattogli appositamente da Elias Gottlob Haussmann e, facendo seguito a un modello iconografico che potesse configurare la natura professionale del personaggio, tiene in mano un foglio di musica, il Canon triplex à 6 Voc. Insieme presentò il manoscritto dal titolo Einige canoniche Veraenderungen über das Weynacht-Lied Vom Himmel hoch da komm ich her vor die Orgel mit 2 Clavieren und dem Pedal (BWV 769).

Correspondierende Societät
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento