Commento al Vangelo
stampa

Dal n. 13 del 28 marzo 2004

«Va' e non peccare» la parola di Gesù che ci fa ripartire

28 marzo, quinta domenica di Quaresima. Non ricordate più le cose passate, non pensate più alle cose antiche!» Quel giorno, di prima mattina, la donna adultera aspettava già la morte, ne era sicura. Sarà stata pentita? Avrà pregato invocando un'impossibile salvezza o sarà stata disperata, sarà stata oppressa dalla coscienza del male, o piena di risentimento e odio? Non ci è dato saperlo. Quello che sappiamo è che quella mattina Gesù era sceso dal monte degli Olivi e stava nel Tempio e sappiamo che quel giorno l'adultera non morì per il suo peccato.
DI GIOVANNI PACCOSI

Letture del 28 marzo, quinta domenica di Quaresima: «Ecco, faccio una cosa nuova e darò acqua per dissetare il mio popolo» (Is 43,16-21); «Grandi cose ha fatto il Signore per noi» (Salmo 125); «Per Cristo, tutto io reputo una perdita, diventando a lui conforme nella morte» (Fil 3,8-14); «Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei» (Gv 8,1-11)
di GIOVANNI PACCOSI
Si avvisano i lettori che i commenti al vangelo dell'anno 2004 di Don Giovanni Paccosi sono stati raccolti nel libro «Ogni giorno pieno del nostro sì», che sta per essere pubblicato con la casa editrice Tau. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.editricetau.com

«Va' e non peccare» la parola di Gesù che ci fa ripartire
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento