La parola del Papa

La parola del Papa stampa

Mercoledì 3 aprile Papa Francesco, all’udienza generale, ha riflettuto sul suo viaggio apostolico in Marocco. Qualcuno può domandarsi - ha esordito - perché il Papa va dai musulmani e non solamente dai cattolici? Perché ci sono tante religioni e come mai ci sono tante religioni? Perché Dio permette che ci siano tante religioni?

Mercoledì 27 marzo Papa Francesco, all’udienza generale, ha osservato che Gesù nel «Padre nostro» ci insegna a chiedere il pane quotidiano. E ci insegna a farlo uniti a tanti uomini e tante donne per i quali questa preghiera è un grido - spesso tenuto dentro - che accompagna l’ansia di ogni giorno.

Lunedì 18 marzo Papa Francesco ha ricevuto i magistrati ed il personale amministativo della Corte dei Conti. Questo istituto della Repubblica Italiana - ha esordito - incarna una eticità, che è la stessa che soggiace al funzionamento dello Stato, al quale compete, com’è noto, la cura e la promozione del bene comune della società.

Domenica 10 marzo Papa Francesco prima della recita dell’«Angelus», riflettendo sulla narrazione evangelica delle tentazioni di Gesù nel deserto (Lc 4,1-13), ha osservato che le tre tentazioni indicano tre strade che il mondo sempre propone promettendo grandi successi, tre strade per ingannarci e che ci porterranno alla rovina: l’avidità di possesso, la gloria umana e la strumentalizzazione di Dio.