Storie

Storie stampa

La stanza del direttore degli Uffizi è una «camera con vista» mozzafiato. È qui che ci accoglie Antonio Natali. Dal giugno 2006, quando ha assunto il nuovo incarico, è il suo regno, dalle otto di mattina alle sette la sera. I predecessori «abitavano» al piano di sotto. Anche il mobilio è cambiato: «Ora qui è tutto rigorosamente più austero, anche se incasinato», spiega con un sorriso Natali. E racconta come il panorama che offre la finestra abbia per lui un significato particolare.
DI LORELLA PELLIS