Contributi pubblici all’editoria. Parla Francesco Zanotti, presidente

“Il tema dei contributi pubblici all’editoria coinvolge l’opinione pubblica che considera oggi questo sostegno da parte dello Stato all’informazione come un regalo, come un privilegio a una casta. Invece, la nostra è una battaglia di libertà, di pluralismo dell’informazione. Ci batteremo finché avremo un filo di voce, finché potremo respirare perché il nostro sistema ha bisogno delle voci del territorio, di voci libere che in Italia dicano la loro opinione e facciano sentire le loro idee ovunque nel Paese, su base nazionale e su base territoriale. Il pluralismo dell’informazione va sostenuto. In questo la Fisc si batte da tempo e continuerà a farlo”.