Francesco, Angelus: ai cristiani perseguitati di Mossul, «Sono con voi»

Oggi all'Angelus in piazza San Pietro, papa Francesco ha lanciato un lungo appello alla pace, ricordando i cristiani che vengono cacciati da Mosul, in Iraq e quanti in tutto il Medio Oriente soffrono per situazioni di violenza e di conflitto. Il Papa ha detto tra l'altro: «Ho appreso con preoccupazione le notizie che giungono dalle Comunità cristiane a Mossul (Iraq) e in altre parti del Medio Oriente, dove esse, sin dall'inizio del cristianesimo, hanno vissuto con i loro concittadini offrendo un significativo contributo al bene della società. Oggi sono perseguitati. I nostri fratelli sono perseguitati, sono cacciati via, devono lasciare le loro case senza avere la possibilità di portare niente! Assicuro a queste famiglie e a queste persone la mia vicinanza e la mia costante preghiera. Carissimi fratelli e sorelle tanto perseguitati, io so quanto soffrite, io so che siete spogliati di tutto. Sono con voi nella fede in Colui che ha vinto il male. ..».