Francesco, Angelus: i cristiani mettono l'umiltà al posto della forza

n occasione della Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, Papa Francesco dopo l'Angelus ha esortato le diverse comunità etniche a non perdere la speranza di un futuro migliore. Vi auguro di vivere in pace nei paesi che vi accolgono, ha detto, custodendo i valori delle vostre culture di origine.
Rivolgendosi ai fedeli prima della preghiera dell'Angelus il Papa si è soffermato sul Vangelo di oggi che presenta l'incontro tra Gesù ed il Battista. Gesù si presenta così come colui che prende su di sé il male del mondo. L'immagine dell'agnello che ricorre nel Vangelo sottolinea che il male viene portato via da una creatura umile e docile.