Francesco, apertura Sinodo: matrimonio, il sogno di Dio

Case di lusso ma sempre meno riscaldate dall’amore di una famiglia, molti piaceri “ma poco amore”, tanta libertà “ma poca autonomia”. È il “paradosso” del mondo globalizzato descritto da Papa Francesco all’omelia della solenne Messa di apertura del Sinodo sulla famiglia, concelebrata con 270 vescovi. In questo scenario, la Chiesa – ha affermato il Papa – deve vivere la sua missione nella “fedeltà”, difendendo “l’amore fedele”. Deve viverla nella verità, che insegna a non considerare l’amore tra coniugi un “guscio vuoto” da “riempire arbitrariamente”.