Gmg, Papa: sognate un’umanità che non accetta l’odio tra i popoli

Inviati nel mondo come discepoli e testimoni della misericordia di Dio, forti dell’esperienza di una Giornata mondiale della gioventù che comincia oggi e continua domani, a casa, “perché è lì che Gesù vuole incontrarti d’ora in poi” e che il suo Vangelo sia il tuo “navigatore” sulle strade della vita. Sono i giovani della Gmg 2016 di Cracovia, quasi due milioni alla messa di chiusura al Campus Misericordiae, molti dei quali hanno dormito con un tetto di stelle sulla grande spianata di Wieliczka. Papa Francesco li ha idealmente abbracciati dalla papamobile, prima di spezzare per loro il pane della Parola di Dio, l’incontro tra Gesù e Zaccheo.